buffetti
buffetti
morani
Italia Life
tecno adsl

Terni, Santa Maria del Rivo incanta con armonie corali. Successo della 5a rassegna corale “Sandro Castiglione città di Terni”

Una serata all’insegna del bel canto quella tenutasi Sabato 6 aprile presso la Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Rivo con la 5a Rassegna corale “Sandro Castiglione” città di Terni.

La rassegna di canti sacri, spiritual e profani,  è nata con lo scopo di condividere la passione del canto e anche un’opportunità di amicizia e scambio culturale con i componenti delle corali che ogni anno partecipano all’evento .

L’iniziativa è stata una vera e propria festa della musica corale dai ritmi per nulla lenti che ha permesso al folto pubblico presente di ascoltare un repertorio variegato per forma, periodi storici e autori.

Hanno aperto “le danze” i bravissimi padroni di casa del Coro Polifonico “Sandro Castiglione”, che ha organizzato la manifestazione con passione e sentimento.

La Rassegna è poi proseguita con il “Coro polifonico DiapaSong di Bolzano” diretto da Francesco Antimiani che ha eseguito un repertorio classico di musica sacra e profana molto apprezzato dal pubblico presente, a seguire “Il coro che non c’è di Roma” diretto da Ludovico Versino, formato da circa 50 ragazzi liceali e universitari, che ha eseguito un repertorio variegato di musica moderna affascinando il pubblico presente con suoni e intrecci di voci.

Madrina della manifestazione, Maria Letizia Beneduce, direttore artistico di numerosi eventi, insegnante di violino, viola e musica d camera, collaboratrice con numerose orchestre tra cui l’Orchestra italiana del Cinema e Roma Sinfonietta, violinista dell’orchestra sinfonica di San Remo, che ha aperto la serata con il “Trio le Capinere” eseguendo un medley tratto dal repertorio dello spettacolo teatrale/musicale “Volta la carta e la commedia continua …”.

La serata ha visto inoltre l’esibizione di Francesco Antimiani, artista poliedrico ternano, cantante/attore, autore, compositore e regista nell’ambito del musical italiano.

Ma come spesso avviene in queste Rassegne il vero “spettacolo” è cominciato nel post concerto con i Cori tutti uniti nel nome del “buon mangiare”, del “buon bere” e della “musica”.

Sicuramente una iniziativa da ripetere il prossimo anno, auspicando la collaborazione del Comune di Terni al fine di valorizzare ulteriormente l’evento.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*