Amelia, Consiglio approva utilizzo avanzo amministrazione per oltre 728mila euro

Verranno utilizzati per avviare un serie di opere pubbliche sul territorio, i fondi derivanti dall’avanzo di amministrazione il cui utilizzo è stato ratificato dal Consiglio comunale nel corso dell’ultima seduta di novembre. Lo rende noto l’assessore al bilancio la quale annuncia alcuni tra gli interventi principali. Con gli oltre 728mila e 720 euro il Comune procederà all’acquisizione di aree, alle manutenzioni stradali e di immobili, alla ricostruzione del pozzo di Foce, alle opere di urbanizzazione a Sambucetole e a Montecampano, al primo stralcio del cimitero di Fornole, al completamento dell’illuminazione nel parco di Collicello, al rifacimento della segnaletica verticale, orizzontale e delle strisce pedonali, alla sistemazione del tetto della scuola di musica. Oltre a questi, l’amministrazione sta mettendo in cantiere anche altri lavori.

L’assessore al bilancio sottolinea che si tratta di una opportunità alla quale si è lavorato duramente nei 5 anni precedenti, nonostante le note difficoltà. Sempre l’assessore fa notare che per effetto del riaccertamento straordinario dei residui del 2015, il Comune non poteva accedere all’avanzo, se non per quote pari a 71mila e.895 euro annui, equivalenti alla quota che servirà a ripianare il disavanzo sino al 2044. Grazie ad un rapporto tornato col segno positivo tra l’avanzo d’amministrazione del 2020 e il fondo crediti di dubbia esigibilità, secondo l’amministratrice finalmente si può reinvestire completamente queste risorse.

L’assessore al bilancio segnala poi che per correttezza l’amministrazione non ha utilizzato questa opportunità a fine mandato per costruire consensi ma si è lasciata la possibilità a chi avrebbe vinto le elezioni di decidere come spendere queste risorse. L’assessore infine si rivolge all’opposizione auspicando che l’annunciata “critica costruttiva” possa essere un concreto modus operandi.

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email