big mat
buffetti
cottorella
PULIGIEN
Italia Life
tecno adsl

Ternana ko 2-1: il ribaltone del Genoa costa imbattibilità e vetta

(di Francesco Petrelli) La Ternana perde 2-1 la partita casalinga con il Genoa. In vantaggio nel primo tempo con Favilli, le Fete si fanno rimontare nel corso della ripresa. IL TABELLINO la partita si è giocata davanti a oltre 11.000 spettatori, con oltre 9.300 paganti e 127.000 euro di incasso circa. Si interrompe la striscia positiva della Ternana dopo cinque risultati utili. I rossoverdi di Lucarelli perdono anche la vetta della classifica.

Al Liberati per la decima giornata è di scena il Genoa di Blessin al cospetto della capolista Ternana. Undicimila presenti circa al Libero Liberati per un cornice di pubblico eccezionale. Primi dieci minuti di studio tra due squadre compatte ed ordinate in mezzo al campo. Al 16’ primo tiro nello specchio della porta per i rossoverdi da parte di Favili, Martinez Riera risponde con prontezza. Al 24’ è Coda con una voleè a girare su assist di Aramu e il piazzamento rigoroso di Iannarilli evita il vantaggio grifone. Al 40’ gran tiro di Falletti dal limite e l’estremo difensore ligure devia sulla traversa.

Al 43’ Favilli sblocca la gara di testa e delirio al Liberati. Ternana in vantaggio. Il primo tempo si chiude con le Fere in vantaggio. Possesso palla e predominio territoriale per il Genoa, vantaggio rossoverde e pericolosità nelle azioni.

Secondo Tempo. Primi cinque minuti Genoa troppo compassato e Ternana aggressiva su ogni pallone, la regola di mister Lucarelli non si smentisce. Squadra reattiva su ogni pallone e sempre al centro del gioco. Al 15’ da calcio d’angolo Partipilo anticipa tutti e manca di precisione per il raddoppio delle Fere. Al quarto d’ora esce un recuperato Falletti, reduce da una grande prestazione ed entra Agazzi. Al 17’ è Aramu con un grande tiro dal limite ad impensierire Iannarilli che con un doppio tempo respinge il pallone. Al 25’ dentro Celli e Pettinari per Cassat e Favilli. Al 26’ rigore dubbio in area rossoverde e Coda dal dischetto dopo il controllo del Var, trasforma il penalty. Pareggio Genoa. Svarione difensivo rossoverde alla mezz’ora e Coda firma il raddoppio, il Genoa ribalta la gara e passa in vantaggio. Al 38’ mister Lucarelli tenta il tutto per tutto fuori Di Tacchio e Diakitè per Moro e Donnarumma, quattro attaccanti in campo per recuperare la partita.

Foto: Andrea POMPONI ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*