Scuola, Salvati: “Per la palestra della Fatati mezzo milione di euro”

Per il recupero completo della palestra dell’isitituto comprensivo Fatati occorre oltre mezzo milione di euro, per l’esattezza 550 mila euro. Finora l’amministrazione comunale ha avuto a disposizione solo una parte del finanziamento, ma ora fa affidamento sulle disponibilità del Pnrr, contando di utilizzarlo nel 2022.
Lo ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Benedetta Salvati nel corso del question time di oggi pomeriggio del consiglio comunale di Terni in risposta a una interrogazione delle opposizioni.
L’interrogazione è stata illustrata dal capogruppo del Movimento Cinque Stelle Federico Pascullii che ha parlato di persistenti e copiose infiltrazioni d’acqua dal tetto della palestra. Un problema che dura da anni. “Finora si è fatto poco o nulla, chiediamo quantomeno che vengano definite le tempistiche e gli importi necessari per sistemare la palestra in maniera definitiva ed adeguata, dando così risposta ai tanti alunni e agli sportivi”.
La  vicesindaca Salvati: “Le richieste di manutenzione straordinaria risalgono al 2013, serve mezzo milione di euro, di cui 180 mila euro previsti nel bilancio 2021 tramite la parziale devoluzione di un mutuo. I restanti 370 mila euro per la ristrutturazione degli spogliatoi e dei servizi igenici, sono inseriti da tempo nel piano delle opere pubbliche dell’Ente, non trovando però copertura finanziaria. Ora c’è la novità positiva del Piano nazionale recupero e resilienza, dei fondi assegnati per la scuola, che noi contiamo di utilizzare appena possibile. Recentemente è stato eseguito un intervento di manutenzione per 25 mila euro, un intervento naturalmente parziale”.
“Sono parzialmente soddisfatto della risposta – ha replicato il consigliere Pasculli – la situazione sembra finalmente in via di soluzione ma per il ruolo del governo centrale e del Pnrr messo a punto da parte di un governo più volte criticato in sede locale”.

 Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email