“L’Umbria attende la 1000 Miglia 2021”: storia e mobilità tra passato e futuro

Nell’edizione del 1930 della 1000 Miglia il prodotto ufficiale furono i “Fichi Girotti – il Dolce Frutto di Amelia”, portati a Brescia dal pilota Ternano Mario Umberto Borzacchini.

Parte da lontano il legame tra il territorio Amerino e la prestigiosa corsa che, nella mattinata di venerdì 18 Giugno, nella 3° tappa da Roma a Bologna, toccherà per il secondo passaggio storico Orte, Amelia, Lugnano in Teverina, Alviano, Guardea e Montecchio dove, sulla Strada Provinciale 92, sterrata come le strade percorse dalla 1000 Miglia storica, avrà luogo una prova speciale con arrivo a Baschi. Il giorno precedente, durante la 2° tappa del 17 giugno da Viareggio a Roma, la corsa passerà a Viterbo dove sarà presente, con uno stand, il Museo Taruffi di Bagnoregio, dedicato all’ultimo vincitore della 1000 Miglia storica, in qualità di rappresentante, per la città di Bagnoregio, dell’Associazione Città dei Motori e della Rete dei Musei di Umbria e Lazio con il “Circuito condito ad Arte”.

Alla presentazione dell’evento “L’Umbria attende la 1000 Miglia” hanno partecipato tra gli altri:

il Prefetto di Terni dott. Emilio Dario Sensi, Antonella Tiranti, Dirigente del Servizio Turismo della Regione Umbria in rappresentanza dell’Assessore al Turismo Paola Agabiti Urbani, Daniele Nicchi, Consigliere regionale per l’Amerino, Giampiero Lattanzi Presidente della Provincia di Terni, il Questore di Terni dott. Bruno Failla, il comandante della Polizia Stradale di Terni dott.ssa Luciana Giorgi, il Vice Presidente Giulivi  e Direttore Del Prete dell’Automobil Club Terni che hanno accolto Giuseppe Cherubini, Vice Presidente del Comitato Operativo Mille Miglia 2021 di Brescia e Marcello Ferrari dell’Ufficio Tecnico Sportivo. Presenti inoltre i Sindaci di Terni e dell’Amerino e di Orvieto, oltre ai Direttori Museali, Partner e Aziende sostenitrici e partecipanti del comitato organizzatore. Ha inviato i suoi saluti Mario Girotti, in arte Terence Hill, fuori per altri impegni ma che sarà presente al passaggio per salutare la carovana.

Quest’anno, grazie al Progetto della Rete dei Musei di Umbria e Lazio e della Squadra Corse TT Traguardo Taruffi, presentato alla Regione Umbria con l‘approvazione dell’Assessore al Turismo e alla Cultura Agabiti e del Consigliere Nicchi, il museo viaggiante più bello del mondo della 1000 Miglia tornerà a solcare le strade dell’Amerino, con un controllo a timbro in programma ad Amelia.

Sarà un’edizione molto particolare: le quattro tappe classiche della corsa saranno percorse per la prima volta in senso anti orario, nel mese di giugno, con un mese di ritardo rispetto alle date classiche. Un’edizione che guarda con attenzione alla sostenibilità e che offrirà ampio spazio anche alle nuove tecnologie green dell’automotive, con 1000 Miglia Green, che prevede un talk sull’energia sostenibile oltre ad un drappello di auto elettriche che gareggeranno lungo tutto il percorso, oltre alla presenza, lungo il tracciato, delle Hypercar realizzate con le tecnologie più avanzate come il motore endotermico.

Chi attenderà lungo il percorso potrà ammirare, oltre alle Hypercar, le auto green e il Ferrari Tribute, alcuni veri e propri gioielli fra le auto storiche come tre Alfa Romeo 6C 1750 carrozzate Zagato, identiche a quelle che trionfarono nel 1929 con Giuseppe Campari e nel 1930 con Tazio Nuvolari. Sempre della Casa del Biscione sarà presente la 8C 2900 A carrozzeria

“Botticella” oltre ad esemplari dallo straordinario valore storico due Bugatti Type 35 e

cinque Bugatti Type 37, tre Maserati da corsa “ufficiali” della Casa del Tridente, undici Mercedes-

Benz 300 SL, le famose “Ali di Gabbiano”.

Anche quest’anno la Squadra Corse TT  Traguardo Taruffi, nata grazie ai due musei omonimi di Amelia e Bagnoregio, parteciperà alla competizione di regolarità più importante al mondo con gli  due equipaggi con vetture storiche, Autori e Storici del settore automobilistico, un gruppo di Fotografi che parteciperanno con i loro scatti al Concorso Fotografico Bruno Boni di Brescia, concorso nazionale  della 1000 Miglia, e concorreranno per il  “Miglior Scatto di Umbria e Lazio”, oltre al team di Giornalisti Benedetta Tintillini, Giulio Pocecco, Donatella Binaglia e Alessandro Scarpanti di Umbria e Cultura, Media Partner dell’evento.

Grazie alla Polizia di Stato di Terni sarà presente ad Amelia per il secondo anno, come nel 2018, nella giornata del 18 giugno, il Pullman Azzurro per l’educazione stradale per i giovani, le scuole dell’infanzia e per le categorie degli utenti della strada. In Piazza XXI Settembre saranno presenti gli stand istituzionali del Cisom di Terni Amelia, della Croce Rossa Italiana di Avigliano Umbro, dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, oltre al Motordrome del Partner Lenergia con il Ferrari Challenger Europa, con vetture corsa Ferrari e prototipi partecipanti al campionato europeo.

Oltre al Museo Viaggiante sarà possibile ammirare, lungo Via delle Rimembranze, un gruppo di Mg, auto inglesi dei Car Club di tutta Italia, ospiti del sodalizio organizzatore di Terni che confluiranno ad Amelia come nel 2018 su invito, con veicoli selezionati, e saranno ospiti del territorio nei tre giorni 18, 19, 20 giugno con i pacchetti turistici appositamente studiati sino a domenica, nel Circuito tra Umbria e Lazio della Rete.  Saranno presenti inoltre vetture fiat 500 elettriche per la visita green del territorio. Il passaggio delle automobili sarà accolto anche dal Vespa Club Amelia, dalle Associazioni Storiche della Città e saranno consegnati i prodotti di eccellenza del territorio agli equipaggi internazionali in transito al controllo in piazza, dalle mani di splendide modelle in abiti d‘epoca.

La Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei ha reso noto che, dietro sua esplicita richiesta, l’Aeronautica Militare ha autorizzato il sorvolo delle tappe di Amelia e Orvieto da parte di 2 Eurofighter Typhoon del 4° Stormo Caccia di Grosseto, il cui stemma del Cavallino Rampante, identificativo dell’asso dell’aviazione italiana Francesco Baracca durante la I Guerra Mondiale, lega l’Aeronautica Militare ed il suo stormo alla Ferrari di Maranello.

La centralità dell’aspetto educativo e formativo dell’evento, dalla storia ed evoluzione dei motori, alla sicurezza, alla mobilità del futuro ecosostenibile è sottolineato anche dal coinvolgimento degli studenti delle strutture dell’infanzia ancora operative e i ragazzi. Gli studenti e gli insegnanti, oltre alla visita dei mezzi esposti in piazza XXI settembre, avranno a disposizione un’area riservata sotto le Mura Poligonali insieme alle Autorità.

Per ragioni di sicurezza sanitaria il pubblico potrà assistere al passaggio lungo tutto il percorso cittadino, ma non potrà sostare nell’area sosta controllo a timbro delle auto in gara, che sarà comunque visibile in diretta e tramite radiocronaca.

Saranno presenti alcuni VIP del territorio e nazionali che sfileranno in parata per il pubblico di Amelia e i Comuni del transito a bordo di auto d’epoca prima del passaggio della gara storica. Dalle ore 7:00 circa è previsto il passaggio del tributo Ferrari e Mercedes con 100 vetture; due ore dopo, dalle 9.00 circa, inizierà il transito delle 400 vetture storiche, mentre gli stand espositivi presenti saranno aperti alle visite, anche nel pomeriggio dalle ore 16:00.

L’evento non si esaurirà con il passaggio in terra laziale e umbra, ma al fine di promuovere i territorio, saranno consegnati a Brescia ben tre premi provenienti da Lazio e Umbria, ovvero: il Premio “Città di Amelia”, che sarà assegnato ai vincitori della prova speciale Montecchio Baschi, che consiste in un orcio in ceramica Italyhearth, simbolo dell’Umbria, realizzato dalla più antica fornace di ceramiche umbre Grazia, contenente il prezioso contenuto di oro verde “olio rajo amerino”, il premio Fichi Girotti Special Edition Mille Miglia 2021 ed il premio Rete dei Musei di Umbria e Lazio.

All’interno della sala Consiliare è stata esposta l’opera “Scie chimiche dinamiche” dell’Artista Leonardo Orsini Federici mentre, in occasione degli eventi collaterali verrà presentato il libro sulle Alfa Romeo “Mala Cars” del giornalista e scrittore Pier Luigi Sbaraglia, in collaborazione con la casa editrice Intermedia edizioni.

Nell’area esterna  del Palazzo della Provincia di Terni sono state esposte alcune auto storiche protagoniste della corsa, con a bordo due splendide modelle in abiti d’epoca: hanno fatto bella mostra di sé una Fiat Balilla Coppa d’Oro e una Alfa Romeo Giulietta Spider della Collezione Castelli; una  Lancia Aurelia b24 Spider di Roberto B., due MG anteguerra del Car Club Terni, una Alfa Romeo 1900  ENI della Collezione Salvati che fu la vettura di servizio aziendale di Enrico Mattei (che il 18, giornata della gara, tornerà a portare a bordo la nipote Rosy Mattei attraverso Amelia e i comuni del territorio), una Lancia Ardea di Salvatore C. e alcune Vespa d’epoca del Vespa Club Amelia.

Sta arrivando la “Corsa più bella del mondo” da vivere sulle strade di Lazio e Umbria, con la storia protagonista, ma con uno sguardo al futuro ecosostenibile. Non resta che essere attenti spettatori, naturalmente “in sicurezza”.

Al termine della Conferenza gli ospiti si sono spostati ad Amelia dove, nella Sede di Italyhearth, hanno visitato il Tempio dell’Infinito, luogo rappresentativo delle Terre dell’Amerino, con la presentazione dei Premi Territoriali Mille Miglia 2021 per Brescia. A seguire conviviale di degustazione delle eccellenze locali dell’Amerino dedicata alla Mille Miglia 2021.

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email