Home / Archivio / Poste Italiane: in Umbria un’azienda sostenibile
POSTE ITALIANE

Poste Italiane: in Umbria un’azienda sostenibile

Poste Italiane ha da tempo intrapreso un percorso per integrare la sostenibilità nella propria strategia aziendale, affiancando agli obiettivi operativi e finanziari una chiara visione sulle tematiche ambientali, sociali e di governance.

L’introduzione dei principi ESG (Environmental, Social and Governance), in particolare, ha permesso a Poste Italiane di raggiungere notevoli traguardi nazionali e internazionali a livello di sostenibilità anche grazie al contributo determinante della regione (nome). 

3 ATM Postamat installati, 9 barriere architettoniche abbattute, 55 Uffici Postali dotati di WiFi in tutta la regione nei primi 10 mesi del 2019 sono i numeri che confermano la volontà aziendale di promuovere specifiche iniziative a supporto dello sviluppo del territorio, in coerenza con quanto ribadito dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante in occasione dell’incontro con i “Sindaci d’Italia” dello scorso 28 ottobre a Roma.

Segno di attenzione per il territorio e i suoi abitanti è dato anche da altre iniziative aziendali, come ad esempio il progetto di “Educazione Finanziaria”, pensato per migliorare le conoscenze dei cittadini in materia economico-finanziaria e per aumentarne la consapevolezza nelle scelte di risparmio, investimento e nuovi strumenti finanziari nell’era digitale e che ha già visto realizzate una tappa in Umbria (nel comune di Gubbio) nel corso del 2019.

A questo si aggiunge il cosiddetto “Volontariato d’Impresa”, un progetto che conta più di 1.000 dipendenti a livello nazionale e circa 16 in Umbria e che punta a lanciare nuovi progetti di volontariato, potenziare e contribuire a sviluppare la community dei volontari e promuovere iniziative locali a valenza sociale.

In tutta la regione, inoltre, Poste Italiane attualmente impiega circa 1854 risorse, alle quali dedica specifici programmi di formazione e sviluppo finalizzati alla loro valorizzazione e crescita nel tentativo di promuovere il potenziale di ciascuno nel pieno rispetto del principio di merito.

Recentemente l’Azienda ha previsto un rafforzamento dell’organico attraverso l’assunzione di 17 nuove risorse da distribuire negli uffici postali della regione.

Nell’ambito del servizio di recapito, invece, in tutta l’Umbria l’Azienda ha previsto, entro la fine del 2019, la stabilizzazione di 27 risorse che contribuiranno alla distribuzione della corrispondenza per i cittadini.

 

La diffusione di una cultura di rispetto per l’ambiente, nel tentativo di ridurre “l’impronta ecologica” rappresenta un caposaldo della politica aziendale e si concretizza nell’utilizzo razionale delle risorse, nella corretta gestione dei rifiuti, nella digitalizzazione dei servizi offerti ai cittadini e soprattutto nella riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera.

L’impegno di Poste Italiane nell’ambito della sostenibilità è riconosciuto anche a livello internazionale, come testimoniato dalla recente debutto aziendale nel Dow Jones Sustainability World Index e nel Europe Dow Jones Sustainability Index, tra i più prestigiosi indici di sostenibilità al mondo e che includono solo le società ritenute migliori nella gestione del proprio business.

L’attuazione concreta di questi principi attribuisce a Poste Italiane la leadership nel panorama nazionale e costituisce un modello cui ispirarsi per contribuire alla crescita e al benessere del Paese.

Foto: TerniLife ©

PrintFriendly and PDF

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>