DI GIROLAMO DICE “NO” ALL’INCREMENTO DEI RIFIUTI DA BRUCIARE

Il comune di Terni è decisamente contrario alla possibilità di un incremento dei rifiuti da bruciare negli impianti presenti sul territorio. Il sindaco Di Girolamo ribadisce le parole dell’assessore all’ambiente, Emilio Giacchetti, ossia che il Comune di Terni, seguendo il principio di precauzione esprimerà parere negativo in sede di conferenza dei servizi per il rilascio dell’Aia (Autorizzazione integrata ambientale).

Saranno, infatti “messe in atto – ha dichiarato Giacchetti – tutte le iniziative politiche ed istituzionali perché venga scongiurata la prospettiva dell’inserimento degli impianti di incenerimento presenti sul territorio ternano tra gli insediamenti strategici di preminente interesse nazionale per i rifiuti urbani, ai sensi dall’art. 35 del decreto Sblocca Italia”.

Tante le voci scese in campo nei giorni scorsi, tra queste quella dell’assessore regionale Fernanda Cecchini che ha sottolineato come la giunta “non ha autorizzato né intende autorizzare l’arrivo di alcuni rifiuti provenienti da fuori regione”.

Dunque ci sarà un lavoro d’insieme, ha dichiarato Di Girolamo, affinché “la volontà espressa dagli organi di governo e di rappresentanza locale sia rispettata nell’ambito del quadro delle normative nazionali”. Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email