buffetti
buffetti
cottorella
Italia Life
tecno adsl

Diabete in età evolutiva, assistenza in tutta la regione

Nella seduta di questa mattina il consiglio comunale di Terni ha approvato, con 20 voti a favore e  11 astenuti, l’atto di indirizzo dei consiglieri Francucci, Verdecchia, Colasanti e altri di Alternativa Popolare in merito al percorso diagnostico terapeutico assistenziale del paziente con diabete mellito di tipo 1 in età evolutiva.
Eccone sintesi: “Premesso che
-la regione dell’Umbria ha elaborato il Percorso diagnostico Terapeutico assistenziale del paziente don diabete mellito di tipo 1 in età evolutiva con l’obiettivo di organizzare a livello regionale tutte le attività connesse alla gestione di questa patologia che è la più frequente in età evolutiva
-tale elaborato è stato illustrato alle associazioni interessate ed alle società scientifiche la mattina del 30 ottobre 2023 e deliberato in giunta il pomeriggio dello stesso giorno senza permettere una adeguata condivisione
Considerato che
-da un lato gli obiettivi del Pnrr enunciati anche nel Piano sanitario regionale prevedano uno sviluppo dell’assistenza sul territorio ed al contrario il Piano in oggetto tende ad accentrare l’assistenza in un unico Centro Regionale di riferimento a cui dovrebbero afferire tutti gli utenti della regione
-l’esistenza di un unico Centro impone agli utenti frequenti ed inutili spostamenti dal luogo di residenza creando un grande disservizio
-le risorse attualmente condivise in tutto l’ambito regionale saranno esclusivamente concentrate in un unico centro penalizzando e distruggendo quanto già costruito a livello territoriale, costrutto che grazie al lavoro delle associazioni e di validi professionisti ha permesso di ridurre notevolmente la migrazione fuori regione
Ritenuto che
-il centro regionale di riferimento ha il compito di svolgere attività di coordinamento e di formazione versus i centri territoriali già esistenti
-la telemedicina non può diventare escamotage per eludere il concetto di prossimità e riduzione delle distanze geografiche; un bambino con una patologia così impattante, la sua famiglia, tutti i soggetti interessati al suo vissuto quotidiano (operatori scolastici, educatori sportivi) non possono essere gestiti attraverso un computer o un telefono
Il consiglio comunale impegna l’Amministrazione Comunale
-a chiedere alla giunta regionale l’apertura di un tavolo di lavoro per la revisione del Piano in oggetto con l’obiettivo di rendere disponibile l’assistenza necessaria su tutto il territorio”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*