Quasi 600 giorni d’assenza per la pandemia: I Pagliacci tornano in corsia, tra i bimbi ricoverati in Pediatria

“Per 593 giorni ho tenuto il mio vestito da Pagliaccio sempre pronto in auto. Sapevo che l’emergenza sanitaria non mi avrebbe permesso di tornare presto in pediatria ma quel vestito era lì, appeso bene e in ordine, pronto per essere indossato.

Ora con i miei volontari siamo qui, felici come non mai. Con la speranza di trovare il minor numero possibile di bambini ricoverati”.

Alessandro Rossi, dopo la lunga assenza causata dall’emergenza covid che sembrava non finire mai, è tornato tra i piccoli degenti dell’azienda ospedaliera “Santa Maria”.

Con i suoi Pagliacci e i giochi di magia, ormai da tantissimi anni, due volte a settimana è presente in Pediatria per far sorridere i bambini, i ragazzi ma anche i familiari perché l’associazione è anche per loro, per aiutarli ad affrontare i giorni da passare in ospedale a causa della malattia di un figlio.

“Siamo felici di poter riaccogliere I Pagliacci all’interno dell’azienda per allietare la degenza dei nostri piccoli pazienti – dice il direttore sanitario del Santa Maria, Alessandra Ascani. La loro presenza li aiuterà a trascorrere qualche ora distraendosi dalla vera ragione per cui si trovano da noi. Ricordiamo che all’interno dell’azienda I Pagliacci hanno anche allestito una splendida sala cinema, che attende solo il ritorno dei piccoli pazienti” aggiunge Alessandra Ascani.

“Grazie alla collaborazione con l’azienda ospedaliera stiamo tornando ad una parziale normalità – dice Rossi –  di certo non sarà più come prima, ma noi ce la metteremo tutta”.

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email