Eternit e materiale di demolizione abbandonati tra Amelia e Giove: denunciati imprenditore edile e trasportatore

Nell’ambito  dei controlli finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno di smaltimento illecito di rifiuti, la stazione Carabinieri Forestale di Amelia,  è riuscita ad  individuare e a denunciare all’autorità giudiziaria i responsabili  dell’abbandono di rifiuti speciali, avvenuto  pochi giorni prima di Pasqua, lungo la SP 205 Amerina nei pressi dell’abitato di Porchiano del Monte.

I rifiuti, contenuti  in numerosi sacchi neri, al cui interno sono stati rinvenuti materiali di imballaggio di plastica e cartone  e  materiale di  demolizione, frammisti a pezzi di eternit, erano stati abbandonati, a distanza  di circa 100 metri uno dall’altro, lungo la strada che collega l’abitato di  Giove  ad Amelia.

Numerose le segnalazioni pervenute alla Stazione Carabinieri Forestale di Amelia, che da subito ha avviato una specifica attività investigativa per risalire agli autori dell’illecita condotta. Serrati gli accertamenti svolti, a conclusione si  è portata alla luce  una vera e propria attività di  gestione illecita di rifiuti.

I militari riuscivano ad individuare il cantiere edile nel Comune di Giove dove erano stati prodotti. L’impresa edile terminati i lavori di manutenzione aveva affidato i rifiuti ad un trasportatore non autorizzato,  che  se ne era liberato  scaricandoli  lungo il percorso per ritornare verso la sede di residenza.

Entrambi i soggetti  sono stati denunciati all’autorità giudiziaria e rischiano l’arresto da tre mesi ad un anno e l’ammenda da 2.600 a 26.000.

Il controllo  all’abbandono di rifiuti, urbani e speciali,  è costante  e continuativo  da parte dei Carabinieri Forestale  nel territorio  e persegue l’obiettivo di  contrastare  il deprecabile fenomeno dell’abbandono dei rifiuti  urbani e speciali, ingombranti  e spesso anche pericolosi che ancora oggi vengono  diffusamente abbandonati  nei boschi,  nelle piazzole di soste e lungo le  vie di comunicazioni importanti, non solo da imprese  ma anche  e  principalmente da parte di  privati cittadini.

La Stazione Carabinieri Forestale di  Amelia,  nei soli  primi tre mesi dell’anno  è riuscita  ad  individuare  10  responsabili di tale violazione  e a contestare , oltre agli illeciti penali,  altrettante  sanzioni amministrative  per un importo totale  di € 5.100.

Foto: TerniLife ©

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*