Home / Archivio / Mobilità elettrica, 47 colonnine doppie per 94 punti di ricarica: ecco il progetto Ter

Mobilità elettrica, 47 colonnine doppie per 94 punti di ricarica: ecco il progetto Ter

Il sindaco Leonardo Latini e l’assessore all’ambiente Benedetta Salvati hanno partecipato oggi alla presentazione del progetto Ter (Terni Electric Recharge), insieme al presidente dell’Asm Mirko Menecali, all’amministratore delegato di Acea Spa Giuseppe Gola e al presidente di Umbria Energy Paolo Ricci.

Il progetto “Ter –Terni Electric Recharge”, presentato dalla Rti Umbria Energy e Asm Terni, è stato fortemente voluto dalla Giunta comunale di Terni che ha deliberato nel 2020 l’installazione di 47 colonnine doppie per 94 punti di ricarica elettrica, in 28 macro-aree strategiche della città. Le colonnine saranno di ultima generazione, di tipologia Quick e Fast, per rispondere alla crescente richiesta del mercato della mobilità elettrica e potranno essere utilizzate dai cittadini tramite un’apposita App.

“La nostra Amministrazione sta lavorando molto sul tema della salvaguardia dell’ambiente – dicono il sindaco Latini e l’assessore Salvati – con l’obiettivo di contribuire a modificare e migliorare la situazione della conca ternana. Lo facciamo cercando di restituire a Terni il ruolo di avanguardia nell’innovazione che l’ha sempre caratterizzata”.

“Privilegiamo dunque i progetti innovativi, puntando in particolare sulla mobilità sostenibile. In questa strategia s’inserisce il progetto Ter, Terni Electric Recharge presentato oggi insieme ad Umbria Energy, Asm e Acea che ne sono protagoniste e che farà di Terni uno dei comuni italiani con il numero maggiore di colonnine per ricarica di auto elettriche private e tra i più avanzati nell’utilizzo di queste tecnologie”. “Siamo inoltre in procinto di sottoscrivere l’importante protocollo d’intesa per i bus a idrogeno e stiamo finalmente portando a termine un progetto complessivo e omogeneo di ciclabili e ciclovie incentivando così in tutti i modi l’uso delle bici in città anche attraverso il bike sharing e le nuove ciclostazioni”.

“L’obiettivo, nella visione generale – conclude il sindaco Latini – resta dunque quello di una città più intelligente e verde, capace di cogliere le opportunità in questo settore e interpretarne al meglio le innovazioni come è nel Dna della nostra comunità”.

Foto: Stefano PRINCIPI ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*