Trasporto disabili, Cgil Terni: “Traditi da un’idea di welfare solidale”

“Quello che sta avvenendo nel trasporto, o meglio, mancato trasporto dei disabili over 64 a Terni è inaccettabile, soprattutto per la tradizione che il nostro territorio ha sempre avuto nella gestione del welfare e dei diritti delle persone più deboli”. La Cgil di Terni, in una nota, torna all’attacco sulla vicenda “che da troppo tempo non trova soluzioni – spiega il sindacato – contribuendo ad esacerbare gli animi di tanti nostri concittadini che avrebbero invece bisogno di sentirsi tutelati dalle Istituzioni e da chi le rappresenta.
“Dallo slogan ‘nessuno rimarrà indietro’, siamo passati alle politiche dei voucher e dell’arrangiatevi se potete, al rimpallo delle responsabilità, al non scegliere per rimandare – continua il sindacato – Se prevale la politica dei voucher, del dividere i giovani disabili da quelli anziani, se prevale una visione di società che divide anziché aggregare, che si concentra esclusivamente sul risparmio quotidiano, allora si perde il senso del servizio di comunità. Non è questa la nostra visione di ‘cosa pubblica’ – conclude la Cgil – e siamo convinti che con più senso di responsabilità tutte le parti chiamate a decidere e che oggi non stanno decidendo, possono trovare immediatamente soluzioni praticabili, per rispondere al dramma sociale che tante famiglie ternane stanno vivendo”.
Foto: TerniLife ©
Print Friendly, PDF & Email