MANTOVA PROCLAMATA CAPITALE DELLA CULTURA 2016. TERNI PENSA AL TITOLO 2017

“E’ già un risultato straordinario e molto importante per l’Umbria che due città come Spoleto e Terni stiano concorrendo per vedersi assegnare il titolo di Capitale italiana della cultura 2016“. Questo quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, prima di conoscere il responso del Ministero dei Beni e delle attività culturali che ieri ha assegnato l’atteso titolo presso il salone ex consiglio nazionale alla presenza del ministro Dario Franceschini e delle delegazioni delle amministrazioni comunali  selezionate come finaliste del concorso: Aquileia, Como, Ercolano, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto, Terni e Mantova..

Ed proprio quest’ultima città, Mantova, la Capitale della cultura 2016; questo il verdetto della giuria presieduta dal professor Marco Cammelli.  Adesso sia Terni che Spoleto possono sperare per il titolo 2017 che sarà reso noto il 24 gennaio 2016. C’è quindi da attendere ma, di sicuro, quanto è stato fatto rimane e continuerà a crescere perchè, come ha dichiarato Di Girolamo “molti progetti preparati saranno realizzati lo stesso”. Insieme al sindaco Di Girolamo anche l’assessore Giorgio Armillei e il team che ha seguito il progetto: Michele Rossi, Elena Alessandrini, Alessandro D’Egidio, Anna Amati, Linda Di Pietro.

Terni rimane in gara col dossier Visita l’Umbria-Sperimenta a Terni  articolato in quattordici progetti, tra questi:  Performing Carsulae, Mapping art e Wow Festival.

“E’ indispensabile – ha spiegato Camelli –  che il lavoro fatto da tutte le città non finisca in un cono d’ombra perché questi processi  sono un valore aggiunto significativo e importante che le città hanno già maturato, in altre parole il numero dei vincitori è superiore a quello dei premiati. Anche chi non è entrato nella short list ha vissuto un processo importante mettendo insieme fattori, attori e dimensioni e ritengo che il modo per governare i sistemi locali passa da percorsi come questo, quindi complimenti ai sindaci».

Dunque prossimo il appuntamento è previsto per il 24 gennaio con l’assegnazione del titolo di Capitale italiana della cultura 2017. Foto: (archivio) TerniLife ©

 

Print Friendly, PDF & Email