TERNI, REGOLAMENTO PER GEMELLAGGI E RELAZIONI INTERNAZIONALI.

Per la prima volta vengono regolamentati i gemellaggi e le relazioni internazionali con l’approvazione da parte del consiglio di ieri (22 voti a favore e un’astensione) del Regolamento per la costituzione, la gestione e lo sviluppo di relazioni internazionali con città, comunità e territori, arrivato in consiglio a seguito del lavoro di preparazione e predisposizione della seconda commissione consiliare.

Queste materie – come hanno sottolineato i proponenti – sono dunque per la prima volta regolamentate, in riferimento ad esempio ai patti di gemellaggio, di partenariato, di amicizia e di solidarietà tra Terni e altre città o altri territori. Sono previste anche procedure di revoca e di conferma. Inoltre i gemellaggi, oltre che dalla giunta e dal consiglio comunale, potranno essere proposti anche attraverso sottoscrizioni da parte di un determinato numero di cittadini.
Il sindaco Leopoldo Di Girolamo, intervenendo in aula, ha definito “positiva e importante la proposta di regolamento da parte del consiglio comunale”.
“Finora – ha aggiunto – i gemellaggi hanno risposto a due caratteristiche: l’omogeneità storica e culturale, oppure elementi di solidarietà. Quest’ultima, in particolare, non può essere un elemento appannaggio solo dello Stato o dei governi: un ruolo importante in questo settore lo hanno proprio gli enti locali”. Questi elementi di fondo – a parere del sindaco – devono comunque restare a caratterizzare i rapporti di gemellaggio. Il sindaco ha anche proposto d’inserire la Consulta comunale per l’integrazione tra i soggetti che possono proporre i gemellaggi. La sua proposta, trasformata in emendamento, è stata approvata con 20 voti a favore, due contrari e un’astensione. Foto: TerniLife ©

 
Print Friendly, PDF & Email