TERNI, CENTRO STORICO: CRESCE IL DEGRADO

(R. F.) Il centro storico finisce sui banchi di Palazzo Spada. Residenti, commercianti, gestori di locali e comuni cittadini lamentano sempre più frequentemente un progressivo stato di abbandono e degrado di ampie zone del centro storico ternano e denunciano l’assenza di controlli sul traffico, sulla movida e su fatti di microcriminalità e vandalismo. Per tutti questi motivi, martedì prossimo, 15 settembre alle ore 15.30 nella sala della maggioranza del Comune, si parlerà delle problematiche legate al centro storico, della sperimentazione di nuovi orari d’apertura della Ztl, di decoro urbano e delle iniziative di rilancio nella seduta della terza commissione consiliare, convocata dal presidente Sandro Piermatti. All’ordine del giorno c’è infatti la discussione di un atto d’indirizzo presentato dal gruppo consiliare di Forza Italia sulle problematiche del centro città. “E’ necessario – spiegano i consiglieri di FI Francesco Maria Ferranti, Stefano Fatale e Federico Brizzi – riorganizzare le pattuglie di polizia municipale e prevedere la riattivazione immediata della figura del vigile di quartiere per la gestione di una buona convivenza tra il lavoro dei titolari dei locali e la tranquillità dei cittadini nelle proprie abitazioni. Il crescente degrado deve essere contrastato, per questo è necessario costruire una alleanza anche con i privati. Occorre avviare la sperimentazione della riapertura della Ztl dalle 18.30 alle 7, rivedere e migliorare il piano per la pulizia delle strade, migliorare il decoro con interventi di riqualificazione, progettazione e ripristino di alcune aree come quella di San Francesco, favorire lo svolgimento di eventi di qualità per valorizzare e rendere fruibili i monumenti e contrastare i venditori abusivi che espongono e vendono merce contraffatta”. Foto: (archivio) TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email