Home / Archivio / GIOCHI OLIMPIONICI 2024, CANDIDATURA PIEDILUCO COME SITO OLIMPICO PER IL CANOTTAGGIO: APPROVATA MOZIONE UNITARIA
REGIONE UMBRIA

GIOCHI OLIMPIONICI 2024, CANDIDATURA PIEDILUCO COME SITO OLIMPICO PER IL CANOTTAGGIO: APPROVATA MOZIONE UNITARIA

Con voto unanime, l’Assemblea di Palazzo Cesaroni ha approvato una mozione unitaria (sono stati unificati due analoghi documenti presentati da Gianfranco Chiacchieroni-Pd e dai consiglieri del centrodestra e liste civiche) firmata da tutti i capigruppo (Giacomo Leonelli-Pd, Claudio Ricci-Rp, Andrea Liberati-M5S, Emanuele Fiorini-Ln, Raffaele Nevi-FI, Silvano Rometti-Sr, Marco Squarta-FDI, Giuseppe Biancarelli-Upu) che chiede alla Giunta regionale di attivarsi affinché Piediluco venga individuato come sito olimpico per il canottaggio nell’ambito della candidatura della Città di Roma alle Olimpiadi del 2024. 
Nel documento viene spiegato come il lago di Piediluco, con la presenza delle attuali strutture, già sede del centro federale del canottaggio italiano nonché luogo di svolgimento di gare internazionali, potrebbe, con costi di riqualificazione più contenuti rispetto ad altre ipotesi, ospitare le gare olimpiche in relazione alla vicinanza con Roma.
L’Assemblea legislativa, nel dettaglio, chiede all’Esecutivo di Palazzo Donini di “attivarsi anche tramite il Coni regionale e nazionale nel rappresentare presso il Comitato promotore per la candidatura di Roma ai Giochi Olimpici 2024 tale proposta così come avanzata dal Circolo Canottieri di Piediluco, dal Comitato e dalle Istituzioni locali di Terni e dell’Umbria”.
Attraverso questo documento di indirizzo si chiede inoltre alla Giunta regionale di “predisporre un piano di comunicazione e marketing del prodotto turistico, ambientale, culturale e per eventi-congressi, che mettano in sinergia Piediluco, la Cascata delle Marmore, la città di Terni e tutto il territorio regionale, per sviluppare, in relazione al Giubileo della Misericordia 2015/2016 e alla candidatura Olimpiadi Roma 2024, le potenzialità in termini di sviluppo turistico ed economico dell’Umbria”. Foto: (archivio) terniLife ©

PrintFriendly and PDF