buffetti
buffetti
cottorella
tecno adsl
Italia Life

È ONLINE L’ELENCO DEI BENI COMUNI DA RIGENERARE, M5S: “I CITTADINI POSSONO FARE PROPOSTE”

Il Movimento 5 Stelle comunica che è online l’elenco dei Beni Comuni “per i quali la cittadinanza può proporre progetti e patti di collaborazione per la rigenerazione degli stessi, gestendo ciò che l’amministrazione non è in grado di gestire”. Le aree della città sono le seguenti:

Largo Furio Miselli, Giardino ex foresteria, Giardini Piazza Dalmazia, Giardino Via Aurelio Saffi, Parco Rosselli, Quartiere Papigno, Parchi delle scuole, S. Agnese; Fioriere presenti nel Centro della città:  Area situata in Via Marzabotto/Strada di Cospea Foglio n.104 particella 191, Atea situata Parco Anallergico Campitello Foglio n.66 patte delle particelle n.442,443 e 444, Area situata in Via Campania Foglio n. 1 11 parte della particella n.397.

“Siamo pienamente soddisfatti – comunicano i consiglieri comunali M5S Terni, Thomas De Luca e Valentina Pococacio – anche dell’accoglimento da parte del Vicesindaco Francesca Malafoglia della nostra proposta di inserire il Parco Rosselli fra i Beni comuni urbani. La Vicesindaco ha, infatti, annunciato che a breve sarà inserito all’interno dell’elenco pubblico. Chiediamo alla Malafoglia di pianificare l’affissione di cartelli con avviso pubblico nell’area perimetrica al parco e nei quartieri adiacenti, al fine di incentivare quanto più possibile i cittadini ad inviare le loro idee e le loro proposte, nonché ad organizzare un’assemblea pubblica in loco”.

Il Movimento 5 Stelle spiega che vigileranno affinché “tutti i residenti e tutti i cittadini, abbiano le stesse possibilità di accesso e partecipazione a norma di regolamento rispettando i seguenti vincoli: nel caso in cui vi siano più proposte di collaborazione riguardanti un medesimo bene comune, tra loro non integrabili, la scelta della proposta da sottoscrivere viene effettuata mediante procedure di tipo partecipativo; siano disposte adeguate forme di pubblicità della proposta di collaborazione, al fine di acquisire, da parte di tutti i soggetti interessati, entro i termini indicati, osservazioni utili alla valutazione degli interessi coinvolti o a far emergere gli eventuali effetti pregiudizievoli della proposta stessa, oppure ulteriori contributi o apporti; garantire la massima conoscibilità delle opportunità di collaborazione, delle proposte pervenute, delle forme di sostegno assegnate, delle decisioni assunte, dei risultati ottenuti e delle valutazioni effettuate”.

Per chi volesse proporre la propria idea o il proprio progetto, come associazione o gruppo informale di cittadini, può inviare la propria proposta all’amministrazione tramite la piattaforma www.prendoparte.it, consegnandola direttamente al Protocollo del Comune a Palazzo Spada o inviandola tramite PEC o raccomandata. Foto: (archivio) TerniLife ©

 

Print Friendly, PDF & Email