Home / Archivio / Morte Maria Chiara, procuratore Liguori: “L’autopsia farà luce sulle cause del decesso”

Morte Maria Chiara, procuratore Liguori: “L’autopsia farà luce sulle cause del decesso”

(Dal Corriere dell’Umbria) “Chiederò ai consulenti non di fare in fretta, ma di fare bene. Il dato scientifico, l’esame autoptico o tossicologico, può dirci molto sulle cause della morte, per capire come, quando, perché”.

Così il procuratore capo della Repubblica di Terni, Alberto Liguori, sulla morte di Maria Chiara Previtali, la ragazza di Amelia morta a soli 18 anni dopo aver festeggiato proprio il suo compleanno della maggiore età. Il procuratore ha convocato una conferenza stampa nel pomeriggio di lunedì 12 ottobre 2020 nella caserma del comando provinciale di Terni dei carabinieri, che stanno conducendo le indagini.

Intanto la famiglia di Maria Chiara hanno conferito l’incarico di seguire la vicenda procedimentale-penale all’avvocato Manlio Morcella.

“Sarà mio onere assecondare lo sviluppo della inchiesta – spiega il legale in una nota – al fine di assicurare al meglio i diritti e le aspettative della famiglia Previtali, che si identificano nella necessità di una ricostruzione puntualissima e rigorosissima dell’incredibile, infausto accaduto. Ferma rimane la tendenziale tranquillità del ruolo che mi è stato assegnato, essendo notorio lo scrupolo finora dimostrato dagli organi inquirenti, anche recentemente, rispetto ad episodi che si inseriscono nel panorama della droga e che ben potrebbero rivelarsi assimilabili a quello in esame. In questo senso viene letta la prudenza che sta caratterizzando i primi passi delle indagini. E’ naturale, per l’intanto, che formalizzerò la nomina di un consulente di parte che possa partecipare alle operazioni peritali di natura autoptica”.

 

Foto: Monica VITALI ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*