Home / Archivio / l bilancio consolidato degli enti locali: corso a Villa Umbra
sala

l bilancio consolidato degli enti locali: corso a Villa Umbra

“Il bilancio consolidato degli enti locali” è il tema del corso organizzato oggi, 9 luglio, a Villa Umbra  con l’obiettivo di  sostenere gli enti locali chiamati ad approvare il documento contabile entro il prossimo 30 settembre. Adempimento che, da quest’anno, è obbligatorio anche per le Amministrazioni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti.

Il corso, promosso dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica diretta da Alberto Naticchioni e rivolto ad amministratori, dipendenti e professionisti, ha registrato partecipanti provenienti non soltanto dall’Umbria ma anche da Toscana e Marche.

I lavori sono stati aperti dalla Coordinatrice didattica della Scuola, Sonia Ercolani, che ha ricordato il supporto formativo ed operativo di Villa Umbra a favore degli enti locali in materia di armonizzazione contabile.

Relatrice della giornata formativa: Paola Mariani, Direttore Amministrativo contabile presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato. “Quest’anno, anche i Comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti sono tenuti ad approvare il bilancio consolidato entro il prossimo 30 settembre – ha ricordato  Mariani.  La predisposizione corretta del documento presuppone la corretta adozione della contabilità economico patrimoniale e la conoscenza della specifica normativa armonizzata. Trasferire competenze tecniche agli enti locali è, pertanto, l’obiettivo della giornata formativa organizzata a Villa Umbra”.

Al centro del corso l’impostazione e la redazione del bilancio consolidato degli enti locali, la disciplina del rendiconto consolidato, gli adempimenti e le criticità per l’invio dei dati alla BDA e gli ultimi aggiornamenti degli allegati al Decreto legislativo numero 118 del 2011 decisi dalla Commissione Arconet.

“La redazione del bilancio consolidato degli enti locali – ha chiarito inoltre  Mariani – presuppone che l’Ente abbia già ricevuto tutti i bilanci, riclassificati e rivalutati, dei soggetti facenti parte del perimetro di consolidamento. Una volta approvato il bilancio consolidato, l’ente dovrà trasmettere il documento contabile alla BDA, Banca Dati Amministrazioni Pubbliche. I documenti contabili inviati alla BDA saranno sottoposti ad una serie di controlli di validità e quadratura e alle eventuali correzioni richieste, fino al blocco dell’acquisizione del documento non conforme alla normativa”.

Foto: Aun ©

PrintFriendly and PDF

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>