Home / Archivio / San Venanzo, domani il concerto gospel del coro Joyful
Joyful concerto Deruta

San Venanzo, domani il concerto gospel del coro Joyful

Il Joyful Singing Choir conclude domani, 4 gennaio, la serie di concerti nel periodo natalizio con un ultimo, tradizionale concerto alla Sala della Serra nella Villa Comunale di San Venanzo, organizzato in collaborazione con il Comune, la Pro Loco e la Parrocchia di San Venanzo, con cui i quasi settanta membri del coro, insieme al direttore Aurora Scorteccia e ai musicisti, augureranno il buon anno a tutti gli spettatori.

Il coro nasce dalla passione per la musica e dalla volontà di condividerla di Aurora Scorteccia e di 25 cantori provenienti dal Marscianese (Marsciano, Ammeto, Schiavo, Migliano) e da San Venanzo e Ripalvella che, insieme al Maestro Tommaso Basiglini, fondano il Joyful nel 2015. A questo nucleo iniziale si uniscono in breve tempo altri talentuosi musicisti (Maestro Sauro Truffini e Marco Merlini al sax, Giulia Pellicciari e Simone Balestro alle trombe, Maestro Filippo Pambianco alla batteria, Emanuele Burletti alla chitarra e Jacopo Meniconi al basso, formazione attuale) e il coro arriva oggi a coinvolgere quasi settanta elementi, suddivisi nelle classiche quattro sezioni corali, disposte nello stile dei cori gospel: soprani, tenori, bassi e contralti.

Il repertorio del coro si arricchisce nel tempo, aggiungendo al genere gospel brani di musica pop, blues e rock.

Il concerto di giovedì 4 gennaio rispecchierà questa ecletticità e farà ascoltare allo spettatore brani della tradizione gospel, come il coinvolgente You are good, accanto a canzoni pop-rock quali la complessa Bohemian Rhapsody della famosissima band inglese Queen e l’emozionale Purple Rain del recentemente scomparso Prince.

Il concerto di giovedì 4 gennaio conclude una lunga serie di concerti che, nel 2017 appena trascorso ha visto fortemente impegnato il coro Joyful in tutta l’Umbria, a cominciare proprio dal concerto tenutosi in San Venanzo in questo stesso giorno, un anno fa.

L’impegno sociale è molto sentito dal coro Joyful che, dopo il primo concerto dello scorso 29 dicembre nella Sala dei Notari a Perugia, per raccogliere fondi in favore delle vittime del sisma che ha duramente colpito la nostra Regione nel 2016, si esibisce con il concerto per Telethon ad aprile nel Teatro della Filarmonica di Corciano, con “Voci da cuore” nel Teatro della Concordia di Marsciano a favore di A.V.I.S. Associazione Volontari Italiani del Sangue e partecipa alla terza edizione di “Io canto per te – voci per l’uguaglianza” organizzato da Omphalos Voices, in occasione della Giornata Internazionale contro Omofobia, Transfobia e Bifobia, nella Sala  dei Notari a Perugia, a maggio.

Solidarietà e impegno proseguono a giugno con “Voci per gioco”, concerto a sostegno della realizzazione del giardino attivo inclusivo nella scuola materna ed elementare di Ammeto di Marsciano, e a luglio con un nuovo concerto “Voci dal cuore”, questa volta a favore del Comitato per la Vita “Daniele Chianelli”, a Migliano di Marsciano.

Sempre a luglio il coro partecipa a importanti festival musicali come Incanto d’estate a San Venanzo, aprendo il concerto dell’incredibile gruppo vocale Cluster, e Musica per i borghi, esibendosi nella serata conclusiva, a Marsciano, su un palco d’eccezione, salutato da un grande coinvolgimento e successo di pubblico.

Il ricco calendario di impegni estivi del Joyful si conclude a settembre con la partecipazione alla Mezzanotte bianca dei cori, organizzata nel centro storico di Perugia da Enjoy Perugia e Fondazione Perugia Musica Classica onlus e alla rassegna corale “La mia musica, la mia terra” organizzata dal Chorus di Marsciano.

Le dinamiche attività concertistiche del coro riprendono nel periodo natalizio con il concerto “Voci per un sorriso” del 12 dicembre al Teatro Cucinelli di Solomeo, in favore di A.N.D.E. “Associazione Nazionale Displasia Ectodermica” e proseguono il 17 dicembre con “Gospel in cattedrale” nella Concattedrale di Todi e il 23 dicembre nella Chiesa di San Francesco a Deruta.

Foto: TerniLife ©

 

PrintFriendly and PDF