big mat
buffetti
cottorella
tecno adsl
Italia Life

Ternana in emergenza gol: Fere timide in area (e non solo)

(di Riccardo Fabi) Timida, non concentrata soprattutto in fase di impostazione di gioco e ripartenza, questa è la Ternana vista sabato scorso al Liberati contro la Spal. Una partita che si poteva vincere, un punto guadagnato è sempre meglio di tre persi ma davanti porta il reparto offensivo rossoverde non è stato lucidissimo in più occasioni.

Il tecnico Cristiano Lucarelli lo ha anche detto in conferenza stampa, che in un campionato così “è meglio giocare fuori casa che tra le mura amiche, soprattutto certe partite” e risplendendo dopo che “quando capisci che non riesci a vincere, meglio non rischiare e portare a casa un punto”, una ricetta che funziona ma che la “macchina da gol” Ternana non ci ha sicuramente abituato a vedere. Sono 15 giorni che i rossoverdi non gonfiano la rete in area avversaria, considerando che le Fere nel campionato di Serie B, hanno il reparto offensivo che almeno una volta in ogni partita ha centrato il gol. Un dato che fa riflettere, perché da Bari che gli uomini di Lucarelli non segnano, forse formazioni non all’altezza della partita e con qualche modifica in più si riuscirà ad essere concreti nella trequarti avversaria, senza sprecare magari come prima della fine del primo tempo di Ternana-Spal, quando l’estremo difensore ha litigato con il pallone e Palumbo e compagni non sono stati in grado di finalizzare pasticciando e sprecando una ghiotta occasione.

Il campionato è ancora lungo e la missione è rimanere aggrappati nella zona alta della classifica fino ad Aprile. Ma la macchina da gol rossoverde, ha abituato i suoi tifosi dalla grande cavalcata della Lega Pro, questa astinenza dal gol merita una piccola riflessione ma non preoccupa il rendimento di Lucarelli e giocatori. In positivo Iannarilli e compagni in difesa, che non prendono gol da due turni, il sesto da inizio campionato sicuramente un punto a favore per Lucarelli e i suoi, che ad inizio hanno avevano deciso di puntare sulla sicurezza difensiva, ma con la timidezza nel ripartire il gol non arriverà facilmente.

Puntare su Donnaruma dal primo minuto per scacciare via il polverone alzato dal procuratore del giocatore, oppure per dare stimolo al ragazzo che avuto gli occhi puntati tutta la settimana. Di sicuro il 9 rossoverde, non ha convinto nel primo tempo, qualche buona occasione per passare in vantaggio, ma con poche azioni pericolose, molte le critiche anche sui social. Nel fine partita il tecnico livornese ha spiegato che la Ternana ha disposizione diversi terminali offensivi da impiegare in base alle caratteristiche dell’avversario di turno e ha scelto l’attaccante migliore per questa partita. Riprende il tecnico: “Quando abbiamo iniziato ad allontanarci dall’area ho inserito Favillli e poi Pettinari. Ora contro il Brescia cercherò di individuare l’uomo giusto tra i tre a disposizione”.

Ora si torna a lavoro, per uscire da questo stallo dalla mancanza di gol, sabato 12 novembre  alle 16.15 arriva il Brescia reduce dall’ennesimo pareggio contro l’Ascoli, la Leonessa è a 19 punti con 5 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte.

Foto: Stefano PRINCIPI ©

Print Friendly, PDF & Email