Tra Gamification e Nft: al Caos un dibattito sulle nuove frontiere dell’arte

Arte, Gamification e Nft (“non-fungible token”) protagonisti al Museo CAOS di Terni, grazie alla presentazione di CONTAGION, andata in scena venerdì 17 giugno. Un progetto che ha dato il via ad un interessante dibattito sull’arte e la nuova era degli Nft, attraverso un esempio concreto del passaggio da un’opera analogica al postcontemporaneo (e viceversa) mediante lo strumento della gamification.

A salire sul tavolo dei relatori esperti ed artisti, moderati da Marco Ancora, Responsabile Nazionale Cultura CIU Unionquadri, che si sono confrontati sulle opportunità e le possibilità offerte dalle nuove tecnologie e dalla blockchain.

Come l’avvocato Hélène Thibault, esperta di Gaming e Tech, Partner at Law Firm Tonucci & Partners, la quale ha evidenziato gli aspetti giuridici legati agli Nft, facendo luce sulle diverse implicazioni tecniche e normative e sottolineando anche la carenza di una corretta divulgazione attorno a tale tema, oltre alle varie speculazioni.

A esplorare tutti gli aspetti relativi alle implicazioni artistiche e culturali degli Nft sono stati i vari esperti intervenuti nel confronto, come Pierluca Nardoni, critico d’arte e curatore indipendente, Pasquale Fameli, responsabile scientifico del CAOS di Terni, Paola Lagonigro, dottore di ricerca in Storia dell’arte all’Università Sapienza di Roma, Maria Letizia Paiato, giornalista, storica e critica dell’arte, Alessio Crisantemi, giornalista ed editore.

Sono state poi presentate altre case history, grazie agli interventi di due artisti, Francesca Lolli e Desiderio, i quali hanno messo in risalto il loro rapporto con il mondo degli Nft. Esistono delle “resistenze culturali” legate a questo universo, che possono essere superate grazie anche a un giusto equilibrio tra arte tradizionale e nuove tecnologie.

A dare impulso al dibattito è stato proprio il progetto CONTAGION nato dalle serie metafotografiche CONTAGION2013 e CONTAGION2021 di Fabrizio Borelli, fotografo, regista, art maker, curato da Maria Italia Zacheo, architetta e storico dell’arte. Da qui nascono l’app CONTAGION HYPERCASUAL MULTIPLAYER EXPERIENCE e CONTAGION NFT, una collezione di oggetti digitali, opera dello stesso autore.

A illustrare la parte prettamente tecnologica del progetto CONTAGION è stato Andrea Guzzon, Imprenditore, Founder e CEO di Criticaldrop Entertainment, società che ha realizzato l’app CONTAGION HYPERCASUAL MULTIPLAYER EXPERIENCE.

 

TUTTI I VIDEO DELL’EVENTO AL CAOS DI TERNI SI POSSONO RIVEDERE QUI: https://www.youtube.com/playlist?list=PLJYIl86g9r65BDRkhxZBRf46W_SalWSBC

IL PROGETTO CONTAGION CHE UNISCE ARTE, GAMIFICATION E NFT

Per il progetto CONTAGION e per il lancio dell’App CONTAGION HYPERCASUAL MULTIPLAYER EXPERIENCE si tratta di una seconda presentazione, dopo quella andata in scena lo scorso 31 maggio alla Casa del Cinema di Roma, alla presenza di personalità di spicco del panorama artistico e culturale italiano (come Filippo Di Giacomo – antropologo e giornalista, Fiorella Bassan – filosofa e scrittrice, Miriam Mirolla – docente dell’Accademia delle Belle Arti di Roma e presidente APEXperience Association, Ilaria Schiaffini – direttrice MLAC Museo Laboratorio Arte Contemporanea, Maurizio Mensi – consigliere Comitato Economico e Sociale Europeo a Bruxelles, Michaela Liuccio – docente di Comunicazione Biomedica Facoltà di Farmacia e Medicina La Sapienza di Roma, Cesare Biasini Selvaggi – direttore editoriale Exibart).

Ci siamo trovati a vivere vite che non erano più le nostre, lontani gli uni dagli altri, in un cosmo di infinite, fungibili solitudini. CONTAGION esprime la capacità che larte ha di osservare e interpretare la condizione umana come opportunità generatrice di nuovi significati. CONTAGION ricerca nessi inesplorati nel passaggio dall’ineluttabilità e la solitudine dellopera analogica allinterattività e la socialità dellapplicazione digitale.

L’evento di Terni è stato quindi un’occasione per condividere l’app lanciata a Roma il 31 maggio, ideata e realizzata da Criticaldrop Entertainment e per la presentazione della versione demo di CONTAGION NFT, realizzata da Fabrizio Borelli, in un percorso che culminerà con una mostra (11 – 19 novembre 2022), a cura di Maria Italia Zacheo al MLAC – Museo Laboratorio Arte Contemporanea, Università Sapienza, Roma, dove saranno esposte le serie metafotografiche 2013 e 2021 e saranno presentati la versione online di CONTAGION NFT_season1 e i dati della prima stagione di APP CONTAGION HYPERCASUAL MULTIPLAYER EXPERIENCE.

Guarda il trailer esplicativo dell’App CONTAGION HYPERCASUAL MULTIPLAYER EXPERIENCE https://youtu.be/V_ZxG0K6DHE

Foto: TerniLife ©

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*