Trasporto di merci pericolose, controlli a tappeto: 29 violazioni

Nella settimana scorsa il personale della Polizia di Stato, ha rivolto la propria attenzione al trasporto su strada di “merci pericolose”. I controlli sono stati effettuati nell’arco delle 24h impiegando 5 pattuglie della Sezione Polizia Stradale di Terni.

Il servizio aveva come finalità la verifica del rispetto della specifica normativa, nonché degli aspetti attinenti all’autorizzazione, alla documentazione, ai requisiti del conducente, al veicolo, all’equipaggiamento di sicurezza e dell’eventuale circolazione in condizioni di sovraccarico, ed al rispetto della normativa generale in materia sociale.

Nello specifico, è stato interessato tutto il territorio della provincia di Terni in particolare le strade a scorrimento veloce e le aree limitrofe alla zona industriale della citta di Terni.

Dall’analisi di tale attività è stato evidenziato che su 34 mezzi controllati, tra trasporto nazionale e comunitario, sono emerse 29 violazioni.

Una merce è considerata pericolosa quando può causare danni alle persone alle cose e all’ambiente e, in base alle caratteristiche chimico-fisiche e di pericolo, è classificata tra le 13 classi di pericolo stabilite nell’Accordo europeo.

Altra classificazione è composta da due indici detti, rispettivamente, codice di classificazione (asfissiante, corrosivo, infiammabile ecc.), e gruppo di imballaggio, indica il grado di pericolo della sostanza a cui corrispondono esigenze di imballo più severe; ogni sostanza è, poi, identificata con un numero a 4 cifre detto numero ONU che va riportato sugli imballaggi e nel documento di trasporto.

Il trasporto può avvenire in colli, alla rinfusa, in cisterna e in container con veicoli che devono rispettare alcune caratteristiche. I veicoli destinati al trasporto di merci pericolose in cisterna o al trasporto di esplosivi in colli devono ottenere un certificato di approvazione che attesta l’equipaggiamento elettrico, dispositivi di frenatura, limitatore di velocità, dispositivi antincendio, e la conformità alle prescrizioni generali di sicurezza secondo le norme del Paese d’origine. Inoltre il mezzo deve essere dotato di un equipaggiamento speciale, che comprende segnali di avvertimento pieghevoli arancioni, casco, occhiali protettivi e due estintori.

Tutti i conducenti di mezzi che trasportano merci pericolose devono essere in possesso di un certificato, il cosiddetto “patentino ADR” che vale 5 anni. Per il rinnovo è necessario che il conducente segua un corso di aggiornamento.

La Polizia Stradale di Terni intensificherà i controlli in vista del periodo estivo per garantire ulteriormente la sicurezza stradale ed il rispetto delle norme.

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*