Vaccini, De Luca (M5S): “Openday flop, la gestione vaccinale della Regione il miglior spot per i no-vax”

Come si fa a organizzare un Open Day, annunciando a mezzo stampa che sarebbe stato possibile accedere senza alcuna prenotazione, con sole 200 dosi di vaccino?”

Questo il quesito del consigliere regionale del M5S Thomas De Luca sull’Openday vaccinale di ieri 5 dicembre.

“L’assessore Coletto era probabilmente in Veneto e non poteva certo risolvere il problema chiedendo che venissero fornite dagli altri punti vaccinali. Un assessore part-time ma a stipendio pieno, così centinaia di cittadini umbri sono stati mandati via dall’hub vaccinale di Terni. Siamo stati letteralmente subissati di segnalazioni. La Regione Umbria ha il dovere, e non la facoltà, di garantire l’accesso alla campagna vaccinale. A maggior ragione nel momento in cui in maniera ufficiale si impegna offrendo questo servizio e chiedendo ai cittadini di uscire di casa tra il freddo e la pioggia in una domenica di dicembre. Occorre avere più dosi a disposizione ma soprattutto garantire la possibilità del diritto di vaccinarsi a chi si prenota. Invece le scelte sprovvedute della Regione Umbria hanno come unica conseguenza quella di far perdere credibilità allo Stato e sponsorizzare le istanze di chi invece dice che è meglio non vaccinarsi”.

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email