Pnrr, il ministro Colao in Regione: “Fondamentale promuovere la digitalizzazione”

E’ intervenuto anche il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, alla riunione della Commissione per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 giugno 2021, coordinata dall’assessore della Regione Umbria Michele Fioroni, per condividere con gli assessori regionali le future linee di attività legate alla realizzazione del PNRR.

Il Ministro Colao ha sottolineato l’importanza di promuovere una celere digitalizzazione del Paese e che a tal fine saranno investite risorse economiche e umane. Essenziali i temi delle competenze digitali, delle infrastrutture, delle piattaforme e dei servizi digitali. Le Regioni in ottica dialettica e di condivisione, saranno chiamate a fornire supporto in ambiti specifici, con diversa intensità di coinvolgimento in funzione della materia trattata e delle relative competenze.

Un incontro focalizzato sulle sfide che attendono l’Italia nei prossimi anni, con la diffusa consapevolezza che tutte le amministrazioni centrali e locali saranno chiamate a compiere uno sforzo essenziale per la ripartenza del sistema Paese.

L’assessore Fioroni ha dichiarato che “è stato un momento di condivisione essenziale e necessario per allineare il lavoro dei prossimi mesi. Ringrazio nuovamente il Ministro Colao per la presenza. Il sistema delle Regioni è pronto ad accogliere la sfida del PNRR. Una delle parole chiave è convergenza, indispensabile da un punto di vista programmatico ed anche dal punto di vista tecnologico per superare eccessive frammentazioni. La Commissione per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione – ha concluso Fioroni – è un sistema di competenze pronto a mettersi in gioco per affrontare i cambiamenti che il nostro paese sarà chiamato a realizzare”.

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*