Alviano, Giornate Fai di Primavera: Castello di Bartolomeo fra i 600 luoghi italiani da visitare

Sarà fra i 600 luoghi più belli da visitare in Italia per le Giornate di Primavera Fai il Castello di Bartolomeo di Alviano che sarà visitabile il 15 e 16 maggio. Lo rende noto il sindaco Giovanni Ciardo che afferma: “Siamo orgogliosi di ospitare nel nostro paese un evento così importante, in un momento che, spero, segni la svolta per una ripartenza”. “La cultura, oltre a ridarci il gusto per tornare a far visita al bello, alla storia – aggiunge – potrà rimettere in moto il lavoro e l’economia. La cultura quindi – esorta Ciardo – sia un asse portante della nostra prossima rigenerazione europea. Siano i piccoli borghi con i loro tesori a dare delle indicazioni importanti per questa rigenerazione”.

Il sindaco poi rivolge un ringraziamento al Fai e in particolare alla sezione Umbria, gruppo di Orvieto, e gli studenti che cureranno le visite. Ad accogliere i tesserati Fai al Castello di Bartolomeo, ci saranno i volontari del Fondo ambiente italiano e gli studenti dell’“Ettore Majorana” di Orvieto che faranno da guida anche in lingua inglese. A causa delle normative anti contagio sarà necessaria la prenotazione sul sito www.giornatefai.it entro la mezzanotte del giorno precedente la visita. Gli ingressi saranno disponibili fino all’esaurimento dei posti di ogni turno per garantire la sicurezza di tutti. In occasione delle Giornate Fai verrà effettuata una riduzione sul biglietto di accesso ai musei del castello.

Dichiarazione del Fai – “Coraggio, orgoglio, generosità. Proprio nel significato più profondo di queste parole è racchiuso lo spirito della 29esima edizione delle Giornate FAI di Primavera in programma sabato 15 e domenica prossimi. Le Giornate FAI di Primavera sono il primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura organizzato dopo l’ultimo periodo di lockdown.

Anche quest’anno la grande manifestazione di piazza del Fai – Fondo Ambiente Italiano, dal 1993 il più importante evento dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia e natura, torna a coinvolgere gli italiani – dopo i mesi difficili vissuti – nell’entusiasmante scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di 600 luoghi in 300 città e 19 regioni, molti dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti”.

Foto: Silvio Mencarelli ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*