+++ FLASH +++ La Ternana presenta reclamo per il derby: “Il Perugia non poteva schierare Eddy Gnahore”

(Francesco Petrelli) La Ternana Calcio S.p.A. comunica di aver preannunciato reclamo e successivamente di aver già inoltrato reclamo avverso la regolarità della gara Ternana–Perugia del 12 febbraio 2017 contestando l’irregolare partecipazione alla stessa del calciatore avversario Gnahore Vhakka Eddy in applicazione delle norme emanate dalla F.I.G.C. e dalla F.I.F.A.
Come riporta Sky “secondo la Ternana il tesseramento del classe ’93 non sarebbe affatto regolare, il club vorrebbe capire se potesse realmente prendere parte alla partita. Gnahoré, infatti, era stato tesserato dal Carpi, rientrando poi al Napoli (proprietario del suo cartellino), salvo poi passare in prestito al Crotone.
Un lungo giro fino al Perugia. Secondo la Ternana il giocatore avrebbe “esaurito” i possibili trasferimenti consentiti nel corso della stagione. Questo l’articolo 95 delle NOIF: “Nella stessa stagione sportiva un calciatore professionista può tesserarsi, sia a titolo definitivo che a titolo temporaneo, per un massimo di tre diverse società appartenenti alle Leghe, ma potrà giocare in gare ufficiali di prima squadra solo per due delle suddette società”.
Dunque, qualora la posizione di Gnahoré non fosse regolare, la Ternana vincerebbe la partita a tavolino, una situazione simile a quella verificatasi a inizio stagione in Pescara-Sassuolo con il ‘caso Ragusa’.

“Gnahorè – riporta Sky – dopo il termine del prestito a Carpi e quindi il rientro a Napoli (squadra proprietaria del cartellino), nell’ultimo giorno del mercato invernale era passato al Crotone per poi passare, nello stesso giorno (ovvero quello del ritorno a Napoli e del tesseramento col Crotone), al Perugia. Tre trasferimenti quindi. Ora la decisione”.

La Ternana Calcio S.p.A. ha affidato la difesa all’Avv. Fabio Giotti che farà valere le ragioni della società in tutte le competenti sedi giudiziarie.

Foto: (archivio) Terni Life ©

 

Print Friendly, PDF & Email