TERNI, BRICCIALDI E COMUNE: FLC E CGIL CHIEDONO SUBITO LA CONVENZIONE

La FLC e la CGIL di Terni, dopo la  riunione tenutasi il  16 ottobre presso Palazzo Gazzoli, sulla vicenda dell’Istituto Musicale Briccialdi, intendono precisare quanto scaturito dal dibattito che ha visto impegnati il sindaco della città di Terni, Leopoldo Di Girolamo e Paola Poggi Responsabile Nazionale FLC – CGIL comparto AFAM.
“L’Istituto Musicale Briccialdi, eccellenza riconosciuta dalle Istituzioni Locali e dal MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) necessita di interventi finanziari che garantiscano continuità didattica e certezza per chi vi lavora e per gli studenti che lo frequentano.
Alla Regione dell’Umbria chiediamo l’approvazione di una legge regionale che sostenga e tuteli le attuali Istituzioni AFAM presenti in Umbria, quali l’Accademia di Belle Arti e l’Istituto Superiore di Studi Musicali Briccialdi.
Questo provvedimento è essenziale in attesa del riconoscimento della statizzazione degli Istituti stessi.
Le attività dell’Istituto necessitano di impegni finanziari diretti da parte del Comune di Terni, dalla Fondazione Carit, dalla Regione dell’Umbria e dal Ministero competente, solo così le affermazioni di riconosciuta qualificazione troverebbero attuazione.
Per le scriventi Organizzazioni Sindacali FLC e CGIL non sono più sopportabili rinvii e valutazioni inopportune sulla qualità dell’Istituto e sul suo funzionamento, giudizi smentiti dal progressivo e crescente numero di iscrizioni che l’Istituto ha registrato anche nel pur difficile anno accademico 2015 / 2016. Convinti di queste motivazioni chiediamo che venga approvata rapidamente la convenzione tra il Comune di Terni e Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Briccialdi”. Foto: (archivio) TerniLife ©

 

Print Friendly, PDF & Email