RIFUGIATI: PATTO TRA COMUNE E ASSOCIAZIONE VOLONTARIATO SAN MARTINO

Questa mattina a Terni, nei giardini di via Saffi, l’atteso incontro per il patto di collaborazione tra il comune di Terni e l’Associazione di Volontariato San Martino, patto teso ad integrare i Richiedenti Asilo e Rifugiati all’interno del sistema socio-economico della città. In particolare l’Associazione ha scopi di promozione e solidarietà anche attraverso la cura delle aree urbane con una ricaduta positiva sia sul territorio, che sul tessuto sociale e culturale.

Tra gli obiettivi del patto, quello di promuovere una rete territoriale che implementi le sinergie mettendo in connessione i cittadini immigrati e loro forme di rappresentanza con i servizi territoriali pubblici e privati.

All’interno del percorso è prevista una formazione attraverso corsi teorico-pratici inerenti le norme da seguire durante le attività di lavoro a garanzia della massima sicurezza. In sinergia con i tecnici del comune saranno predisposti gli interventi nelle diverse aree urbane, scelte in base alle priorità.

Referenti del progetto: la dirigente Servizi Sociali e Culturali, Danila Virili; l’Assessore al Welfare, Servizi sociali, Politiche e strumenti per la partecipazione, Francesca Malafoglia; il Presidente dell’Associazione di Volontariato San Martino, Franacesco Venturini.

Intanto questa mattina, durante la conferenza stampa, alcuni rifugiati lavoravano nei giardini di via Saffi: primo esempio di “spazio urbano rigenerato”.

Dalla prossima settimana saranno due le squadre impegnate in città. Nei prossimi giorni parteciperanno al progetto circa 20 persone. Complessivamente sono 50 i migranti che hanno dato disponibilità, a fronte degli 80 presenti a Terni come richiedenti asilo. I rimanenti 30 saranno resi partecipi dopo avere seguito un corso di lingua italiana. Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email