RIORDINO PROVINCE: ACCORDO ISTITUZIONI E SINDACATI

In merito alla riforma di riordino delle Provincie è stato firmato un accordo tra : Regione Umbria Province di Perugia e Terni, Anci, Upi e Cal dell’Umbria e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative (Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Usb, Cisal, Cobas, Direl). E’ un passo importante volto al raggiungimento di una condivisa attuazione della riforma che ha “l’obiettivo- come dichiarato dall’assessore regionale alle riforme, Antonio Bartolini – di zero esuberi”. Non si tratta di una definitiva risoluzione dei problemi ma di un primo passo nel quale – continua Bartonlini – “abbiamo assunto un impegno per il reperimento di 6 milioni e mezzo di euro che serviranno alla copertura di 170/180 unità di personale. A questo seguirà un altro protocollo per le agenzie regionali e aziende sanitarie finalizzato al riassorbimento di circa 60 unità. In attesa della conversione del decreto legge n. 78/2015 rimangono ancora irrisolte le questioni inerenti il personale della polizia provinciale, dei centri per l’impiego e politiche attive del lavoro”. Presente all’incontro anche il vicepresidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli. Foto: TerniLife ©

 

Print Friendly, PDF & Email