SFRATTATI 30 RIFUGIATI POLITICI: DUE ASSOCIAZIONI SCENDONO IN CAMPO A DIFESA DEI DIRITTI CIVILI

A Terni sfrattati trenta rifugiati politici parte del progetto Emergenza Nord Africa. La denuncia è partita dagli stessi interessati e da due associazioni: l’associazione inTerni Stranieri e Blob, laboratorio giovani comunicazione. Nella nota di protesta si legge che il 16 luglio del 2015 sono state recapitate a circa trenta persone delle lettere dalla Prefettura con le quali si comunicava che le misure di accoglienza per la loro sussistenza erano finite, con effetto immediato dalla data di notifica della lettera.

Sei nuclei familiari, con bambini tra i 4 mesi e i 9 anni di età, persone gravemente malate e una donna incinta con gravidanza a rischio, sono stati letteralmente messi alla porta da quelle che ormai da tempo erano le loro abitazioni. Si tratta di famiglie che negli anni hanno prestato lavoro con retribuzioni estremamente basse o inesistenti. Adesso vengono mandati via, con effetto immediato, a meno che non decidano di investire minimo cinquecento euro a testa per un ricorso al Tar contro un provvedimento su cui c’è ben poco da fare a livello legale, trattandosi di un ‘semplice’ atto amministrativo”.

A questo punto i trenta “sfrattati”, insieme alle associazioni, saranno presenti in consiglio comunale al question time del 3 agosto. Si chiedono al più presto risposte. Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email