Tesei e Coletto in visita al Santa Maria: “Multidisciplinarietà punto di forza dell’ospedale”

“La multidisciplinarietà è il punto di forza dell’ospedale Santa Maria. Il nuovo reparto al sesto piano rappresenta un passo rilevante in questa direzione”. Così la governatrice dell’Umbria, Donatella Tesei, nell’ambito della visita presso l’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni. Ad accompagnarla l’assessore alla Salute Luca Coletto e il direttore Salute della Regione Massimo Braganti. Ad accoglierli il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Pasquale Chiarelli, il direttore sanitario Alessandra Ascani, il direttore amministrativo Anna Rita Ianni, il direttore generale della Usl Umbria 2 Massimo De Fino insieme, al direttore del distretto di Terni Stefano Federici, con diversi rappresentanti delle istituzioni, tra cui il presidente della Fondazione Carit Luigi Carlini.

La visita ha toccato diversi punti dell’ospedale, tra cui i nuovi spazi del reparto di Chirurgia Vascolare, Cardiochirurgia e Chirurgia Toracica al sesto piano. “In questi spazi – ha spiegato la presidente Tesei – lavoreranno in team professionisti di diversi reparti che potranno così unire le proprie competenze per innalzare ulteriormente gli standard dell’assistenza sanitaria del Santa Maria. Proprio la multidisciplinarietà è uno dei punti di forza dell’ospedale di Terni e i nuovi spazi vanno proprio in questa direzione”.

La visita è iniziata con il passaggio alla Panchina rossa, allestita in ospedale in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle donne (25 novembre). A seguire, sosta sotto la tettoia del Poliambulatorio, realizzata grazie al contributo della Fondazione Carit. “Come Fondazione Carit – ha spiegato il presidente Carlini – siamo vicini all’azienda ospedaliera e quindi alla comunità e siamo pronti a dare il nostro sostegno alla costruzione di un nuovo ospedale a Terni, dotandolo dell’alta tecnologia necessaria”.

Al sesto piano, la presidente Tesei ha fatto visita alla nuova area dedicata a Chirurgia Vascolare, Cardiochirurgia e Chirurgia Toracica, dove i primi pazienti sono attesi per i primi giorni di dicembre. La visita è proseguita al quinto piano per l’inizio del cantiere del reparto di Pneumologia, poi al dipartimento di Medicina e Specialità Mediche/Area Covid. Al quarto piano, la presidente ha salutato i professionisti di Neurochirurgia, Riabilitazione e Neurologia, poi Ortopedia e Medicina, per poi scendere al piano -2 a Radioterapia e Radiologia per la nuova Tac.
“Vorrei ringraziare la Regione – ha spiegato il direttore generale Pasquale Chiarelli – per questa occasione e in particolare ogni singolo professionista del Santa Maria per quanto fanno e per quanto hanno fatto in questi mesi. L’apertura della nuova area al sesto piano dedicata a Chirurgia Vascolare, Cardiochirurgia e Chirurgia Toracica rappresenta un nuovo passo in avanti che innalza ulteriormente gli standard qualitativi della nostra azienda ospedaliera come hub regionale sempre più attrattivo. L’occasione di oggi è anche favorevole per sottolineare la vicinanza alla nostra azienda, e di conseguenza a tutta la comunità, della Fondazione Carit, che di recente ha favorito diversi progetti che puntano anche a migliorare l’accoglienza delle persone malate e dei loro familiari”.

Foto: Stefano PRINCIPI ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*