Cappotto termico e suolo pubblico, Musacchi: “Serve chiarezza”

Chiarezza nel rapporto tra occupazione di suolo pubblico e cappotto termico, nell’ambito degli interventi edili legati al Superbonus. E’ la sintesi di un atto di indirizzo presentato dalla consigliera comnale del gruppo misto Doriana Musacchi.
“L’applicazione degli incentivi legati all’efficentamento energetico in edilizia – prosegue la consiegliera Musacchi –  sta avendo elementi positivi anche nella nostra città. Grazie al sistema di detrazioni negli ultimi tempi sono stati allestiti diversi cantieri, principalmente per la riqualificazione di edifici privati esistenti.
Tra gli interventi previsti più di frequente vi è l’isolamento delle facciate dei palazzi con il cappotto termico, un rivestimento delle pareti che di fatto allarga la superficie in pianta dei fabbricati. Se le facciate di questi ultimi sono confinanti su marciapiede o su pubblica via, con il cappotto termico si configura l’occupazione di suolo pubblico. C’è bisogno dunque di chiarimenti per capire in quali casi, con quali importi e per quanto tempo vada pagata la tassa occupazione di suolo pubblico.
Da qui l’iniziativa del mio atto per impegnare gli assessori di competenza ad illustrare nel dettaglio l’argomento, nel sito istituzionale del Comune, in modo da fornire indicazioni chiare ed esaustive ai cittadini e ai progettisti”.

Foto: TerniLife © 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*