San Venanzo, attivati i buoni spesa per sostenere le famiglie in condizioni di disagio economico

Un buono spesa per sostenere le persone e le famiglie in condizioni di disagio economico, è quanto pevisto dall’amministrazione comunale di San Venanzo. Lo annuncia il sindaco, Marsilio Marinelli, che sottolinea come la misura sia stata pensata per risponedere alla situazione di emergenza imposta dal covid-19. Possono presentare istanza di ammissione i nuclei familiari, anche monoparentali, in gravi difficoltà economiche.

“Il buono spesa . riferisce Marinelli – sarà concesso esclusivamente ai nuclei familiari con limite massimo di redditi percepiti nell’anno solare e di depositi bancari o postali rispettivamente di 13mila e 5mila euro per una persona, 18mila euro e 5mila  per 2 persone, 21mila e 500 euro e 5mila per 3 o 4 persone, 25mila e 5mila  per 5 o più persone”.

“Il bonus alimentare – spiega sempre il sindaco – è volto ad integrare il reddito familiare per quanto attiene alla gestione della spesa di generi alimentari e beni di prima necessità”. L’importo mensile, che varia sempre a seconda della composizione del nucleo familiare, sarà fino a 1 persona 140 euro, fino a 2 persone 240, fino a 3 persone 340, fino a 4 440 e da 5 persone in poi 540.

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*