Terni-Narni Horror Fest: ecco i bandi | LE NOVITÀ

(di Ilaria Alleva) Nonostante la pandemia globale ci sono iniziative che non si fermano: lo staff del Terni-Narni Horror Fest ha pubblicato questa mattina il bando del concorso letterario per l’edizione 2020. Il presidente di giuria sarà Antonio Lanzetta, noto autore di thriller e opinionista di cronaca nera per la Vita in diretta su Rai Uno, il cui romanzo “Il Buio Dentro” è stato anche annoverato dal Sunday Times tra uno dei migliori cinque thriller non inglesi del 2017.

Nelle edizioni passate si sono avvicendate come presidenti altre personalità di spicco del settore, tra cui Paola Barbato (sceneggiatrice storica di Dylan Dog e autrice italiana tra le più vendute) e lo scomparso Tullio Dobner (traduttore di vecchia data di Stephen King). Come lo scorso anno, la casa editrice Bacchilega pubblicherà un’antologia con i migliori racconti. Il concorso è inserito all’interno del contesto più ampio dell’evento Terni-Narni Horror Fest che, partito dall’iniziativa di pochi volenterosi appassionati, oggi, giunto alla sesta edizione, conta numerosi affiliati e coinvolge ben due città. Nel periodo di Halloween, Terni e Narni ospitano diversi scrittori, fumettisti, attori e registi collegati al settore dell’horror e a tutte le declinazioni dello stesso: le edizioni passate hanno avuto infatti ospiti come Enrico Luceri e Cristiana Astori (giallisti di Mondadori), i Wu Ming, Giancarlo Marzano e Frabrizio Accatino (fumettisti di Dylan Dog), l’ex porno-divo (reinventatosi scrittore) Franco Trentalance, e molti altri. Inoltre, l’evento, promosso e organizzato dalla fumetteria Delirio About Comics e artisticamente diretto dall’Associazione Civiltà Laica, coinvolge anche moltissime realtà locali. Abbiamo chiesto ad Alessandro Chiometti, presidente di Civiltà Laica e a capo della direzione artistica, quali saranno le novità di quest’anno e cosa dobbiamo aspettarci dalla nuova edizione: “Premesso che molte cose sono ancora in elaborazione e molte programmazioni non si possono fare perché è tutto fermo a causa della ben nota emergenza in corso, la prima “novità”  è in realtà un ritorno (per una parte del festival) nei luoghi dove è nato, ovvero le strutture del Caos di Terni che si aggiungeranno all’auditorium di San Domenico, al cinema Monicelli di Narni e alla Bct di Terni. Tutto questo ovviamente se gli impegni, come detto, non saranno stravolti per cause di forza maggiore. La seconda novità è una collaborazione sempre più stretta con coloro che ormai al festival sono di casa come Fabio Mundadori o Liliana Marchesi, con cui il rapporto di collaborazione artistica già da mesi ormai va oltre i giorni del festival. L’obiettivo teorico è quello di rendere il festival un appuntamento fisso per gli amanti del genere gotico e noir che si può allargare con delle fughe letterarie e cinematografiche, come succede con la distopia di Liliana Marchesi, su tutto il macro-genere “Fantastico”. Ci aspettiamo di continuare  a crescere come abbiamo fatto nei cinque anni precedenti. In tutti i sensi, sia artisticamente che come numero di followers non solo virtuali. L’anno scorso ci sono arrivati un centinaio di racconti inviati da tutta Italia, ma quello che ci fa più piacere sono i commenti degli ospiti che ci ringraziano sulle loro pagine social e siti personali, parlano bene di ciò che hanno visto fare a Terni e ci scrivono per segnalarci i nuovi libri in uscita e per dirci che sono sempre disponibili a tornare. Fondamentalmente però il nostro obiettivo, almeno per ora, è solo uno. Divertirci!”.

Il bando del concorso può essere scaricato dal link. Non possiamo che aspettare gli sviluppi!

Foto: TerniLife ©

Print Friendly, PDF & Email