Home / Archivio / Verdi, per il bando c’è il coinvolgimento degli architetti

Verdi, per il bando c’è il coinvolgimento degli architetti

Il Consiglio Nazionale degli Architetti e l’Ordine degli Architetti della Provincia di Terni saranno formalmente coinvolti nella procedura relativa all’emissione del bando pubblico per l’intervento di ristrutturazione del teatro Verdi. Lo ha stabilito una delibera di Giunta approvata stamattina a Palazzo Spada su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati.
“Si tratta di un atto importante che contribuirà a garantire la massima trasparenza e un alto livello di coinvolgimento e di collaborazione da parte dell’Ordine degli Architetti in una fase decisiva per la realizzazione del nuovo progetto del nostro teatro cittadino”, spiega l’assessore Salvati.
In sostanza, a seguito della delibera di oggi, la giunta ha deciso di approvare la procedura relativa all’emissione del bando pubblico per l’intervento di ristrutturazione del teatro Verdi, operando all’interno del portale web della Rete delle Professioni Tecniche nazionale e del Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) (concorsiawn.it) al fine di garantire la massima trasparenza e partecipazione dei professionisti, garantendo l’anonimato delle proposte, con l’attivazione di una procedura telematica nel portale stesso.
“Naturalmente abbiamo potuto attivare questa procedura a seguito di contatti e accordi con l’Ordine degli Architetti della Provincia di Terni, con la redazione di un Protocollo d’Intesa che disciplina i rapporti tra il Comune di Terni e l’Ordine degli Architetti e di una Convenzione con il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC),”, dice l’assessore Salvati.
Inoltre la Giunta ha deciso di dare mandato al Responsabile Unico del Procedimento di redigere la documentazione di bando con la concertazione dell’Ordine degli Architetti della provincia di Terni  e del professionista da individuare nell’elenco del CNAPPC tra i “Coordinatori di concorsi” da richiedere all’Ordine.
“Crediamo di aver dato in questo modo un’ulteriore e importante risposta alla città e a tutti i cittadini interessati alla ristrutturazione del teatro Verdi. Un iter complesso che stiamo cercando di velocizzare al massimo. ma che – allo stesso tempo – vogliamo si svolga in maniera trasparente, seria e partecipata”, commentano il sindaco Leonardo Latini e l’assessore Salvati
Foto: CdT ©
Print Friendly, PDF & Email