Home / Archivio / Riparte il Maggio Organistico Amerino
aaaa

Riparte il Maggio Organistico Amerino

Si svolgerà ad Amelia e nei comuni di Giove, Lugnano e Penna in Teverina la XLV edizione del Maggio Organistico Amerino 2019 che avrà inizio l’1 Maggio e terminerà il 26 dello stesso mese. L’iniziativa vede fra i sostenitori, oltre ai Comuni citati, la Regione dell’Umbria e, in modo particolare, la Fondazione  CARIT  che non ha mai fatto mancare il suo determinante apporto.

Nel corso delle quarantaquattro precedenti edizioni  si sono alternati alle tastiere degli organi dell’Amerino i migliori organisti del mondo: basti citare i Maestri Leonhardt, Tagliavini, Torrent, Uriol, Wolf, Parodi  e tanti altri solisti d’organo e di altri strumenti che hanno offerto ad un pubblico sempre estremamente interessato memorabili concerti in luoghi di grande fascino . L’organo è stato unito al violino, alle trombe, ai timpani, al flauto, ai cori e all’orchestra e, perfino al corno delle Alpi in un ventaglio di proposte che pochi altri festival possono eguagliare. Il Maggio è, infatti, in Umbria il Festival d’organo che vanta la più lunga tradizione e rappresenta ormai uno dei tre soli momenti in cui la voci dei magnifici organi della regione può risuonare in concerto. La rassegna toccherà  i diversi centri dell’Amerino coniugando l’ interesse musicale con un’ altrettanto interessante proposta turistica.

Il concerto di apertura del 1° Maggio è affidato  Maestro Luca Scandali che proporrà, al cinquecentesco organo della chiesa del Monastero benedettino di S. Magno in Amelia, un programma di autori italiani dei secc. XVI e XVII. Il Maestro vanta una vasta carriera internazionale ed è titolare della cattedra di Organo del Conservatorio di Pesaro. Il 5 Maggio il festival si trasferirà a Giove dove Johannes Ebenbauer alle ore 18.00 terrà un concerto sull’ organo Cortinovis & Corna della chiesa parrocchiale; il Maestro Ebenbauer, oltre ad essere docente presso l’Università di Vienna è anche organista titolare della chiesa dei Francescani di Vienna dove è conservato l’organo più antico della città.

Il week end seguente vedrà protagonisti il clavicembalo e la voce presso la Sala “Marchesa Costanza” di Penna in Teverina sabato 11 maggio alle ore 18.00. Un trio di specialisti della musica antica presenteranno un raffinato programma di autori francesi del sec. XVIII ; il trio è formato dal Cristina Paolucci accomapgnata alla Viola da gamba da Andrea Lattarulo ed al Clavicembalo da Giuseppe Scghinaia.

Il 19 maggio alle ore 18.00 suonerà a Lugnano in Teverina Joao Vaz, uno dei massimi organisti portoghesi.  Il programma del Maestro, che comprende autori irtliani e portoghesi, metterà in luce le peculiarità del raro strumento di Johannes Conradus Werler del 1756 conservato presso la chiesa Collegiata, uno dei gioelli del romanico in Umbria.

Il Maggio Organistico si concluderà il 26 maggio alle ore 18.00 nella Cattedrale di Amelia.  La Corale Amerina e il Complesso barocco Ameria Umbra, proporranno un programma dedicato ad Haydn e Mozart. Cinque appunatemnti, dunque, all’insegna di splendide e rafinate proposte musicali da godere nella cornice delle belle città che ospiteranno i concerti.

Foto: MOA ©

PrintFriendly and PDF

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>