Home / Archivio / La mischia pesante di L’Aquila mette in ginocchio i Draghi della Seniores. Minirugby a Foligno | FOTO
draghetti

La mischia pesante di L’Aquila mette in ginocchio i Draghi della Seniores. Minirugby a Foligno | FOTO

Pesante sconfitta per i Draghi dell’Italica Seniores che perdono 31-14 in casa dell’Unione Rugby L’Aquila. In partita solo per il primo tempo i rossoverdi di coach Mario Pariboni che segnano due mete con Monicchi e Giorgini, entrambe trasformate da Giorgi.
Poi nel secondo tempo pagano la mischia pesante degli abruzzesi che, complice il giallo a Diamanti che lascia la squadra in 14, nel finale dilagano. Non era facile viste le tante assenze e i tanti acciacchi della vigilia. In più gli infortuni di Monicchi e Baiocco hanno complicato ulteriormente le cose. Spazio a chi ha giocato meno come Mirabella e Trombetti e all’esordiente Arronenzi. “Mi aspettavo qualcosa di meglio ma ci sono stati troppi fatto sfavorevoli” spiega coach Pariboni.
I piccoli draghetti del minirugby erano impegnati a Foligno per il 7° Torneo Luigi Coraggi. Gli Under 6 di coach Valerio Attili insieme al Gubbio hanno disputato tre partite (due vinte contro il Foligno e Valdichiana e una persa contro Vasari) mostrando ottima continuità difensiva con tanti placcaggi. “E’ venuta meno la fase offensiva ma comunque siamo sempre in fase di crescita. Un ringraziamento ai bambini del Gubbio che hanno giocato e fatto passare una bella giornata di rugby” spiega coach Attili. Bella performance dell’Under di coach Francesca Agabiti che porta a casa il 4° posto con 3 partite vinte, 1 pareggiata e 2 perse compresa la finale per il terzo posto. “Oggi ho visto una squadra coesa che aveva voglia di giocare e di fare meta, bene in difesa con tanti placcaggi efficaci. Si è visto il lavoro fatto nelle ultime settimane, bella attitudine anche in attacco. Un plauso particolare va al super Alessandro e alla strepitosa Irene nonché women of the match che ha tirato fuori grinta e carattere. Molto orgogliosa della prestazione della squadra” dice coach Agabiti. “Nel rugby ci vogliono tre cose fondamentali: cuore, testa, passione. A noi oggi è mancata la testa”.
Così coach Stefano Capotosti sul torneo dell’Under 12. Una squadra presente fisicamente, attiva su tutti i palloni ma proprio la testa ha abbandonato i rossoverdi che hanno buttato via una grossa opportunità. In 5 partite disputate, 4 sconfitte errori di distrazione. “Troppo tardi abbiamo ritrovato la concentrazione trovando una vittoria che lascia l’amaro in bocca” spiega Capotosti.
Foto: DRAGHI TERNI ©
PrintFriendly and PDF

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>