TERNI, IMMIGRATI: UN’ESPULSIONE E DUE ALLONTANAMENTI DALL’ITALIA

Sul fronte immigrazione ci sono state diversi provvedimenti da parte della Questura di Terni.

Ieri, a Piazza Tacito, una pattuglia del Poliziotto di Quartiere ha fermato alcuni stranieri, fra i quali un cittadino marocchino di 19 anni che è risultato inottemperante ad un precedente Ordine del Questore di Terni. Denunciato per la violazione della legge sull’immigrazione, è stato nuovamente espulso.

Un altro provvedimento da parte del Questore è stato effettuato nei confronti di due stranieri (un 43enne albanese e un tunisino) scarcerati dalla casa circondariale di vocabolo Sabbione, per i quali ha disposto l’accompagnamento e il trattenimento presso un Centro di Identificazione ed Espulsione, al fine di consentire l’effettivo allontanamento dal Territorio Nazionale.

La drastica misura si è resa necessaria data la loro altissima pericolosità. Il 43enne albanese era stato condannato a 20 anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti e scarcerato dopo 16 anni. Grazie alla collaborazione con le autorità albanesi, l’Ufficio Immigrazione è potuto risalire alla reale identità dell’uomo, che è stato accompagnato coattivamente al CIE di Bari, in attesa di ricevere un lasciapassare per rientrare nel suo Paese.

Privo di documenti anche l’altro straniero, un cittadino tunisino condannato a 7 anni di carcere per diversi reati commessi a Parma nel 2008:  tentato omicidio, violenza sessuale nei confronti della moglie e maltrattamenti in famiglia (anche su minore). In giornata verrà accompagnato alla sede di Crotone dove rimarrà in attesa del lasciapassare per poi fare ritorno in Tunisia. Terni: (archivio) TerniLife ©

 

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Mai stato a Terni.