Home / Archivio / Commercio, Codacons e organizzazioni sono per i negozi chiusi solo per 12 festività all’anno
negozi_aperti_agostoSTE_3883

Commercio, Codacons e organizzazioni sono per i negozi chiusi solo per 12 festività all’anno

Il Codacons appoggia e sostiene l’accordo raggiunto dalle organizzazioni della distribuzione in merito alle chiusure domenicali dei negozi, e che prevede negozi chiusi per dodici festività l’anno, più altre quattro chiusure in altrettante festività a scelta delle Regioni, e la libertà per i negozi sotto i 400 metri quadrati di ampiezza di rimanere aperti sempre senza alcuna limitazione.

Anche a Terni, dunque, se l’accordo dovesse essere preso in considerazione dal Governo, i negozi sopra ai 400 metri di grandezza quadrati dovranno stare fermi per le 12 festività in un anno e per altre 4 chiusure dettate dalle Regioni. Mentre, tutto questo non avverrebbe per gli esercizi al di sotto dei 400 metri quadrati di ampiezza. “Si tratta di una proposta equilibrata che vede anche i consumatori d’accordo, e che limiterà i danni legati alla volontà del Governo di contrastare le liberalizzazioni nel settore del commercio – spiega il presidente nazionale di Codacons Carlo Rienzi –. Il patto messo a punto dalle organizzazioni della distribuzione, infatti, salva i piccoli negozi consentendo loro di rimanere aperti tutto l’anno e contrastare la concorrenza di grandi catene e multinazionali straniere che oramai hanno invaso strade e centri commerciali del nostro paese. I consumatori, dal canto loro, potranno continuare a fare acquisti la domenica e nei giorni festivi nei negozi di piccole dimensioni, senza subire le assurde limitazioni che il Governo vorrebbe introdurre”.

Per tale motivo il Codacons invita Lega e M5S ad accogliere la proposta delle associazioni della distribuzione, che rappresenta un buon compromesso per tutelare sia i negozianti, sia i cittadini.

Foto: TerniLife ©

PrintFriendly and PDF