Home / Archivio / Arrone, presentata Carta dei Servizi e bilancio fine mandato amministrazione
arrone, fioretti e francucci

Arrone, presentata Carta dei Servizi e bilancio fine mandato amministrazione

“Abbiamo migliorato strade, scuole, piazze e arredo urbano e continueremo a lavorare per il capoluogo e le frazioni anche da qui alla fine della consigliatura. Gli obiettivi che ci eravamo posti li abbiamo centrati”. Lo ha detto stamattina il sindaco di Arrone, Loreto Fioretti, tracciando il bilancio di mandato, ormai in scadenza, in occasione della conferenza stampa in Provincia per presentare la Carta dei Servizi.

Insieme all’assessore Marsilio Francucci, Fioretti ha sottolineato gli investimenti di 1 milione di euro per la rete stradale e per l’illuminazione pubblica, ora completamente al led, e di oltre 600mila euro per le scuole e le strutture sportive annesse. Francucci ha aggiunto i dati della raccolta differenziata passata dal 65 al 78,3 per cento.

“Come giunta abbiamo rinunciato fin dall’inizio del mandato – hanno detto sindaco e assessore – alle indennità spettanti, facendo risparmiare al Comune, e quindi ai cittadini, 116mila euro. Siamo riusciti a ripianare i conti e a mettere i bilanci in sicurezza senza lasciare debiti gravanti sulla comunità”. Il nostro principale obiettivo – hanno poi aggiunto – era quello di creare un rapporto diretto con tutti i cittadini, crediamo di esserci riusciti anche grazie all’innovativo strumento della Carta dei Servizi”.

La Carta è divisa in quattro sezioni: la prima riguarda i principi e i valori ai quali i dipendenti comunali devono ispirarsi, la seconda l’organizzazione della macchina comunale e dei suoi uffici, nonché la possibilità per i cittadini di dialogare con la pubblica amministrazione in modo rapido ed efficace. La terza parte è dedicata più direttamente all’Urp e la quarta alla struttura del Comune, a partire dal sindaco e dalla giunta, fino al Consiglio comunale e ai responsabili di settore. “E’ uno strumento importantissimo – hanno concluso Fioretti e Francucci – perché favorisce concretamente l’accesso dei cittadini alla pubblica amministrazione e crea le condizioni per una collaborazione concreta nell’interesse di tutti”.

Foto: RietiLife ©

PrintFriendly and PDF