Home / Archivio / Oltre il Visibile, omaggio al regista finlandese Aki Kaurismäki
festival cinematografico

Oltre il Visibile, omaggio al regista finlandese Aki Kaurismäki

A partire da questa settimana l’associazione Oltre il Visibile rende omaggio al regista finlandese Aki Kaurismäki – impegnato, ironico, surreale e sperimentatore – con una grande retrospettiva di ben 10 opere dal titolo Kaurismäki Touch.

La rassegna si terrà nella sala comunale Boccarini di Amelia dall’11 al 28 gennaio.

La rassegna sarà inaugurata giovedì 11 gennaio alle 21 con la proiezione di Calamari Union (1985), uno dei vertici della carriera del regista scandinavo: inguainato in uno splendido bianco e nero immortalato dal fido Timo Salminen, il film narra le vicende di diciassette uomini che, nella Helsinki fredda e spietata degli anni ’80, si perdono alla ricerca di un luogo mitico, il quartiere Eira.

A seguire, venerdì 12, ore 21, visione de La fiammiferaia (1990), l’apice dell’invincibile e laconica malinconia di Kaurismäki, che dice di questo film: “testimonia la fine dei sogni, la morte, la rovina, la distruzione, la disperazione degli uomini che vivono alle soglie del terzo millennio”.

Sabato 13, ore 21, sarà la volta de L’uomo senza passato (2002), vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria e del premio per la migliore interpretazione femminile al 55º Festival di Cannes.

La prima parte della rassegna si chiude domenica 14, ore 18, con la visione di Leningrad Cowboys Go America (1989). Il primo incontro tra la musica dei Leningrad Cowboys, celebre gruppo musicale rock finlandese, e il cinema Aki Kaurismäki è questo road-movie che attraversa il mito americano facendosene beffe: Leningrad Cowboys Go America è un culto che resiste da quasi trent’anni.

Foto: TerniLife ©

 

PrintFriendly and PDF