RIETILIFE TV
SABINA UNIVERSITAS
AUTOQUATTRO fino a sett.2017
AVIS fino a 30.04.18
4 STAGIONI
Home / Archivio / Supersport moto, il team ternano Grt Yamaha World SSP vola in alto con Mahias | LE FOTO
foto di rito come campione del mondo con rea

Supersport moto, il team ternano Grt Yamaha World SSP vola in alto con Mahias | LE FOTO

(r.f.) Lucas Mahias del Team ufficiale Grt Yamaha WorldSSP ha avuto una performance sensazionale sotto i proiettori del Qatar durante l’ultimo round della stagione, pur essendo sotto pressione,  ha conquistato  una straordinaria vittoria diventando il campione del mondo del 2017 FIM Supersport. Doveva arrivare entro i primi dieci per assicurarsi il titolo ma Mahias, si è sentito sicuro di poter combattere per la pole, vincendo la gara in un incredibile finale di stagione. È stato incoronato il campione WorldSSP con un vantaggio di 29 punti, oltre ai titoli “Team” e “Produttore” che il Team GRT e la Yamaha avevano ottenuto già nell’ultimo Round a Jerez per completare la “Tripla Corona”.

Il suo compagno di squadra Federico Caricasulo ha avuto un’ottima gara, combattendo per le prime posizioni fino agli ultimi giri prima di perdere la terza posizione a causa della mancanza di grip nelle ultime curve, posizionandosi in quarta posizione.  Nonostante la pressione data dalla leadership in campionato, Mahias ha dimostrato una splendida forma tutto il fine settimana nel deserto del Qatar, superando le prove libere di Giovedì come leader, stabilendo il nuovo record della pista durante superpole anticipata al Venerdí. Subito dopo la partenza è stato immediatamente coinvolto in una straordinaria battaglia a tre, davanti al compagno di squadra Caricasulo e Jules Cluzel.  Mostrando il suo carattere competitivo, il pilota francese di 28 anni è stato leader per quasi tutta la gara ma negli ultimi giri è stato messo sotto forte pressione dal suo compatriota Cluzel.  Mahias coraggiosamente non ha dato alcuno spazio a Cluzel e in un fantastico photo-finish, Lucas ha visto sventolare la bandiera a scacchi in prima posizione assicurandosi la vittoria e con essa il campionato.

E’ stata la seconda vittoria di Mahias dell’anno in una stagione che lo ha visto sul podio  8 gare su 12, risultato che lo ha posizionato  in cima alla classifica generale con 190 punti, 29 dal suo rivale di titolo Kenan Sofuoglu, e l’incoronazione a campione del mondo 2017 in WorldSSP. La sua prestazione ha confermato  un anno perfetto per la sua squadra GRT e per la Yamaha, che si erano già assicurati i titoli di campioni del mondo come Team e Casa Produttrice all’ultimo turno a Jerez. Caricasulo si è qualificato settimo venerdì dopo aver mostrato un buon ritmo durante tutto il fine settimana. Nella gara di sabato ha conquistato il quinto posto subito dopo la prima curva, si è poi  impegnato in una battaglia a tre per la vittoria con il suo compagno di squadra e con Cluzel. Purtroppo, spingendo al massimo ha consumato lo pneumatico anteriore e negli ultimi tre giri, ha iniziato a cedere nella lotta per la vittoria. Nonostante una chiara mancanza di grip, è stato superato da Sofuoglu sul traguardo, mancando di pochissimo quello che sarebbe stato il suo quinto podio della stagione, posizionandosi quarto ad appena 3.845s dietro il suo compagno di squadra. Il Team ufficiale GRT Yamaha World Supersport ha goduto di un anno incredibile pronto per i test invernali e fiduciosi di poter difendere il loro titolo nel 2018.

“È una sensazione incredibile – parla Lucas Mahias P1 Campione del Mondo-  ho iniziato a correre dieci anni fa e se mi avessero detto allora che sarei stato il campione mondiale della WorldSSP avrei detto che era impossibile, ma ho lavorato duramente negli ultimi dieci anni ed è successo. Anche se sono ancora incredulo. La gara è stata davvero difficile, perché avevo sempre in mente i diversi possibili esiti. Devo spingere o non spingere? Ovviamente non volevo cadere ma, se devo essere onesto, volevo veramente vincere la gara per diventare campione: è una sensazione incredibile, sono molto felice! Grazie a Yamaha, all’intero Team GRT e alla mia famiglia. Voglio anche fare le mie congratulazioni a Kenan per la sua stagione straordinaria, per il suo secondo posto nel campionato del mondo e per essere venuto qui a lottare nonostante la problematica al bacino ed esser riuscito a salire sul podio… è incredibile! Non sono stupido se Kenan non avesse avuto problemi agli inizi dell’anno e se non fosse caduto a Magny-Cours, sarei avrei finito al secondo posto nel campionato ma sono comunque felice di essere campione del mondo”. “Sono felice del fine settimana – spiega Federico Caricasulo P4. Sento che abbiamo fatto un lavoro veramente buono! Questa è stata la mia seconda volta qui e probabilmente, per me, è il peggior circuito del calendario, ma ora mi sento fiducioso. Ho lottato per le prime posizioni per i primi 12-13 giri, ma a quel punto avevo consumato la  gomma anteriore ed era impossibile lottare per la vittoria. Ho cercato di difendere il terzo posto per assicurarmi un altro podio ma va bene comunque, e sento di poter lottare per il titolo il prossimo anno. Sono veramente felice per la squadra e per Lucas, si è meritato questo titolo. Ha avuto una stagione brillante e non ha commesso alcun errore, è stato sempre intelligente e veloce e questo è il suo campionato, quindi complimenti a lui e alla squadra per aver vinto il titolo”.

Il Team manager Filippo Conti ha affermato: “In questo momento non ho parole per descrivere quella che è stata una stagione incredibile. Voglio solo ringraziare tutti. Grazie a Lucas e Federico, sono entrambi fantastici piloti e grazie ad ogni singolo membro della mia squadra perché hanno mostrato un incredibile livello di professionalità per tutta la stagione, ringrazio gli sponsor PATA, Agrimola ed epiù che insieme ai fornitori tecnici hanno reso possibile questo importante risultato. Un ringraziamento speciale a Yamaha che ci ha dato l’ opportunità di poter dimostrare le nostre capacità. Siamo campioni del mondo come squadra come pilota e come casa produttrice. Una stagione che non dimenticherò mai! Oggi Lucas è stato semplicemente sensazionale, disputare la gara come ha fatto lui nonostante la  pressione della leadership è incredibile: partire dalla pole position e poi vincere la gara quando per diventare campione del mondo si sarebbe bastato un decimo posto… questo dimostra chi è Lucas Mahias. Federico ha avuto un altro ottimo weekend: ha finito la stagione brillantemente diventando un possibile pretendente per il titolo 2018: che stagione! che anno!. … 2018 siamo pronti per te”.

Anche il direttore del progetto Yamaha Motor Europe Road Racing,  Andrea Dosoli ha preso la parola e ha detto: “Questa è stata una stagione veramente speciale per Yamaha,  abbiamo vinto la Tripla Corona del Pilota, del Team e della Casa Produttrice! Questo è un risultato di cui,tutti coloro che sono coinvolti nel progetto Yamaha, dovrebbero essere molto orgogliosi. Lucas è pienamente meritevole di essere  stato incoronato campione del mondo WorldSSP 2017 e il modo in cui ha vinto la gara di oggi, pur essendo sotto  pressione, dimostra solo che è un grande pilota. Il Team GRT ha avuto un anno fantastico, mostrando a tutto il mondo quanto sia professionale e competitivo, e la squadra è riuscita a creare un’atmosfera molto speciale e uno spirito vincente in sé. Per Yamaha, l’importanza di vincere il titolo dei produttori era fondamentale e testimonia la quantità di sforzi fatti da tutti coloro che hanno partecipato al progetto. Un enorme ringraziamento a tutti i ragazzi che hanno reso questo possibile, Lucas & Federico. Grazie ai membri del Team GRT Yamaha, guidato da Filippo Conti, che si è impegnato moltissimo quest’anno per rendere tutto questo possibile”.

Foto: GRT YAMAHA OFFICIAL ©

PrintFriendly and PDF

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>