RIETILIFE TV
SABINA UNIVERSITAS
AUTOQUATTRO fino a sett.2017
AVIS fino a 30.04.18
IGEA
Home / Archivio / Antonello Fiorucci si candida a segretario del Pd di Terni
IMG-20171007-WA0008 (1)

Antonello Fiorucci si candida a segretario del Pd di Terni

Presentazione mozione “Nativi Democratici – rigeneriamo le idee, la politica, la comunità”. Candidatura di Antonello Fiorucci a segretario comunale del PD di Tern

Ieri mattina, presso il circolo PD di Terni “Ludovico Montani”, Antonello  (36enne, libero professionista ternano nel settore dei fondi europei, già segretario dei Giovani Democratici e membro della direzione comunale del PD di Terni) ha presentato la mozione congressuale “Nativi Democratici – rigeneriamo le idee, la politica, la comunità”, annunciando la sua candidatura a segretario comunale del PD di Terni nel quadro dei congressi locali che sono in procinto di essere svolti.

Fiorucci ha affermato che “la mozione nasce dalla necessità di fornire letture del contesto, proposte ed idee per il partito e per la città” e ha illustrato i cardini del documento, sostenendo che il PD, a Terni, non ha saputo intercettare i processi globali, europei e nazionali che hanno connotato gli ultimi dieci anni, continuando a governare in maniera ordinaria e non mettendo in campo un progetto ed un’idea di città che potessero definire un percorso evolutivo di sviluppo sostenibile del territorio.

Per fare questo, secondo Fiorucci, serve un partito in grado di accettare la sfida di pensare un modello culturale radicalmente diverso di sviluppo e che possa segnare un percorso innovativo in termini di coinvolgimento delle persone, attraverso un miglioramento della qualità della vita del partito, nei circoli e a livello di unione comunale, e una rinnovata trasparenza dei percorsi decisionali come garanzia che chi partecipa, si confronta e poi decide.

Attualmente, dal punto di vista di Fiorucci, le altre due mozioni in campo non rispondono a questa esigenza, concentrandosi su dinamiche che guardano al passato, senza riuscire ad immaginare il futuro, essendo il simbolo dello svuotamento del partito, dal basso attraverso i segretari di circolo i quali, loro malgrado, guidano realtà che hanno perso gran parte della loro missione e dalla loro funzione e dall’alto con un processo generato da gruppi dirigenti che ha portato alla candidatura del Dott. Pardini.

Con Fiorucci è intervenuto anche Alvaro Valsenti, storico esponente della sinistra ternana, che ha parlato di come l’idea di presentare la mozione congressuale “Nativi Democratici” al circolo Montani fosse appropriata “perché, proprio da quel luogo e da quel quartiere, si mossero le prime sfide dei resistenti e dei partigiani ternani contro il regime e l’occupazione e per il ripristino degli ideali democratici”.

Fiorucci, infine, ha voluto, con un gesto simbolico rappresentato dall’esposizione, sul tavolo degli oratori, dei Baci Perugina, aderire a distanza alla manifestazione in difesa della storica azienda e dei lavoratori sabato in piazza a Perugia per la difesa di un simbolo umbro e per la difesa del loro lavoro.

Foto: Antonello Fiorucci ©

 

PrintFriendly and PDF

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>